Harley e Ferrari: mix perfetto all’evento “Due settimane a Supermilano 2014″

da , il

    Due settimane a supermilano 2014

    Una domenica diversa dal solito per i soci del Legnano Chapter. Una condivisione tra Harley, Ferrari, Alfa Romeo, caratterizzata da un unico denominatore: un mix di motori, bellezza, tecnologia, colori e rumori, in quel di Arese per l’evento “Due settimane a Supermilano”.

    La tavola rotonda svoltasi nell’ambito dell’iniziativa ha avuto come argomento principe “recuperare il passato e rilanciare il futuro”: un contraddittorio che dura, purtroppo, da tempo e che vede come protagonisti la Fiat, la soprintendenza per i Beni e le Attività Culturali e le Amministrazioni locali. Diatriba che con un passo indietro da parte di tutti potrebbe vedere la parola fine, sfruttando l’occasione dell’Expo 2015 ed aprire al mondo intero un grande patrimonio nazionale.

    Emozionante l’esperienza dei nostri safety nello scortare le 12 Ferrari dal punto di ritrovo a Villa La Valera, più emozionante ancora vedere appaiate al centro sportivo di Arese una Isotta Fraschini Asso fatta arrivare apposta per l’evento, una Ferrari 458 spider, una fiammeggiante Harley Davidson CVO Road King e una Alfa Romeo 8C. Come si dice: “tanta roba”.

    Subito dopo il pranzo puro divertimento per i ragazzi disabili e, a seguire, l’ebrezza di fare un giro sulle Ferrari nell’anello di atletica del centro sportivo, esperienza aperta a tutti.

    Molti sono rimasti sorpresi dalla vasta esposizione di Harley Davidson messe a disposizione dai soci del Legnano ChapterItaly, schierate a favore di foto e protagoniste di aneddoti, così come tanta curiosità allo stand della Concessionaria Harley Davidson di Legnano che per l’occasione presentava la 750 Street novità minimal del mondo HD.

    La giornata ha avuto un “happy ending” memorabile; tra file di curiosi e appassionati applaudenti per la sfilata delle Ferrari con in testa al corteo tutte le nostre moto per un percorso tra le vie di Arese.

    Che dire: è stato bello esserci.