Honda Civic 2006, completamente rivoluzionata

da , il

    Honda Civic 2006, completamente rivoluzionata

    Forse eravamo troppo abituati alle forme della Honda Civic. Ma la pronipote della prima Civic, giunta all’ ottava edizione, è un’ altra cosa, completamente diversa dalla prima.

    Parliamo di una concept, appena divenuta auto,un progetto ardito quello della Honda, modificare le linee di una vettura ancora in auge con forme geometriche estremizzate, decise, un disegno per una vettura corta e, posteriormente tozza e dagli interni spaziosi. Indipendentemente dalla riuscita della linea, non si può nascondere che i progettisti giapponesi son riusciti a disegnare una vettura che, almeno apparentemente, sembra un coupè e, comunque, una sportiva pura, più di quanto magari lo sarà nei fatti. Basti solo guardare gli sportelli posteriori, persi nelle linee di cornice delle fiancate e resi quasi invisibili, eppure, Civic, ha delle dimensioni da vera macchina, 4,25m di lunghezza, 1,76 di larghezza, 1,46 di altezza, eppure, mimetizzata da piccolo coupè, sembra molto più piccina.

    Ma la vera rivoluzione riguarda gli interni, tanto rimaneggiati che si stenta persino a credere che della Civic si parli. Dal cruscotto in poi, domina la sfericità, pur con la sua avvolgenza con i comandi frazionati in due siti diversi, il contagiri al centro, il tachimetro, con il sistema a cristalli liquidi, più in alto a filo del parabrezza, tuttavia visibilissimi dal conducente. Certo, la plastica non manca, anzi, ce n’è anche troppa. L’alluminio che si percepisce a prima vista fa più impressione perché brilla, argentato com’è, ma di plastica se ne è fatto un largo uso, immaginiamo per contrarre al massimo i costi di produzione.

    Tre i propulsori, il 1.400 cc DSI a benzina con cambio manuale o robotizzato a sei marce con 83 Cv. di potenza, con una velocità massima di 170 Km/h e un’ accelerazione da 0 a 100 di 14,6 secondi ( col cambio manuale ritarda di appena due secondi scarsi ). Ha un consumo intorno ai 17 km con un litro di benzina. Il 1.800 cc i-VTEC, vera novità in fatto di propulsori sulla nuova Civic, con 140 cavalli di potenza e una velocità massima di 205 Km/h e un’ accelerazione di 8,9 secondi, con cambio manuale e 10, 4 secondi col robotizzato. Ha consumi intorno ai 16 chilometri con un litro di benzina, col cambio manuale consuma circa un litro in meno. Infine,il 2.200 cc i-CTDI, la versione turbodiesel a sei marce capace di 140 cv. con una velocità massima di 205 Km/h con un consumo medio di quasi 20 Km con un litro di gasolio e un’ accelerazione da 0 a 100 di 8,6 secondi.

    La Civic verrà offerta in tre allestimenti: Confort, Sport, Execxutive. In tutte le versioni, la dotazione di bordo è ai massimi livelli della categoria, per la sport l’ aggiunta dei cerchi in lega di diverse misure, pelle sul volante, fendinebbia, sensori pioggia e crepuscolare, antifurto e cruise control. Ancora più ricca la Executive con fari HID, climatizzatore bizona, tetto panoramico con ampia superficie vetrata, navigatore satellitare. I prezzi della Civic vanno dai 19.500 ai 21.500, a seconda delle versioni, che entreranno in vendita da questo mese e, limitatamente alla 1.400, in estate.