Honda Civic Dominator concept: la nuova Honda type R

da , il

    Honda Civic Dominator concept: la nuova Honda type R

    E’ da poco dai concessionari, la nuova Honda Civic 5 porte, vi abbiamo già parlato di come potrebbe essere la Honda Civic 3 porte/coupè. Al salone di quest’anno di Tokio vi è il concept che farà da guida per la futura generazione type R: denominato Civic Dominator concept. Il prototipo si basa sulla versione coupè (che probabilmente prenderà la denominazione Si) ed è stato creato dalla Mugen, il reparto corse della casa nipponica.

    La Civic Type R , appena uscita dai listini , era una 3 porte con la linea di una monovolume tanto da esser definita dagli appassionati, furgoncino, complice anche la posizione della leva del cambio in plancia, come si vede, appunto, nei furgoni. Questa nuova versione, invece, deve esser stata progettata e disegnata con l’intento di far dimenticare quel così poco appropriato nomignolo. Ricorda molto, invece, un coupè di metà anni novanta del costruttore giapponese, considerata una delle migliori trazioni anteriori al mondo: stiamo parlando della gloriosa Honda Integra Type R. Questa nuova Civic ha davvero l’aria cattiva: il frontale è dominato dal logo Honda su fondo rosso (come da tradizione Mugen) contornato da ampie prese d’aria e da sottili gruppi ottici. Le forme sono squadrate, con il cofano che crea un angolo deciso con la fiancata che si trasforma in una nervatura che accompagna fino al posteriore. Questo è dominato da un alto e vistoso spoiler simile a quello della Integra ma regolabile elettricamente nell’inclinazione per modificare il carico aereodinamico. Degno di nota il paraurti posteriore con forme squadrate e grintose al cui centro dominano due tubi di scarico cromati.

    La fiancata risulta slanciata e i cerchi in lega bruniti su cui sono montati pneumatici a spalla ribassata che aiutano a conferire alla vettura un’aria racing. Le sottili razze dei cerchi lasciano intravedere generosi dischi baffati su cui sono pronte a mordere quattro pinze verniciate in giallo. Anche gli interni sono votati allo sport con sedili anteriori dotati di un generoso contenimento laterale per le gambe e il tronco e i poggiatesta integrati, proprio come per le auto da corsa. Crea stupore la notizia di cosa si trovi sotto al cofano: il 2,0 litri quattro cilindri della precedente Civic Typer R che ha visto una crescita spropositata della potenza (ben il 50%) raggiungendo quota 300 cv. Con una simile potenza c’è da aspettarsi che verrà abbandonata la soluzione della trazione anteriore, salvo che i giapponesi non vogliano stupirci doppiamente con una qualche soluzione tecnologica all’avanguardia.