NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Honda CRV, il suo clone è….. cinese!

Honda CRV, il suo clone è….. cinese!

Che male c'è a copiare in maniera integrale, l'importante è

da in Honda, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Infuria la polemica fra Honda e Laibao, ovvero, fra il mastodonte automobilistico giapponese e la più piccola industria cinese, complice, quest’ultima, di avere copiato, in maniera tanto perfetta quanto scandalosa, la famosa auto nipponica CRV con la sua SRV. Risultato; le auto in questione, sembrano due gemelli monovulari, stesse dimensioni, stessa calandra, e, ripetendo il nome, SRV e CRV, il suono risulta identico.

    A questo punto, alla Honda si sono, giustamente, inferociti; insomma, finchè si trattava di contraffare gadget di poco conto, amen, ma adesso si esagera davvero e dalla rabbia si è passati presto alla carta bollata con tanto di denuncia all’Ufficio Brevetti cinese, il più noto Sipo, in una bagarre senza risparmio di colpi che continua già da tempo.

    Copiare, in fondo è….. un bene!

    Secca la risposta dei vertici della Laibao, che hanno sostenuto, candidamente che, tutte le auto, in fondo, si somigliano l’una con l’altra e nel far questo, hanno citato diversi modelli prodotti da note Case mondiali, del tutto simili a quelle costruite in Cina, scordandosi però, che le auto prodotte dai cinesi sono spesso la riproduzione fedele di altre vetture già costruite e mai viceversa! E, sempre secondo il portavoce dell’azienda cinese, che riconosce l’estremo tentativo, riuscito, di riprodurre in maniera fedele il modello giapponese, tale operazione, potrebbe persino convenire alla Honda….. poiché, secondo il contorto ragionamento, avvicinerebbe di più il consumatore cinese al mercato nipponico, che identificherebbe nell’auto made in China, il prodotto nipponico!

    Conclusione; la vicenda è ancora lontana da una soluzione e non si profila all’orizzonte nessun segno che faccia presagire una composizione della vertenza fra le due aziende.

    Una cosa è certa, in un mercato finito per diventare senza regole, per alcuni produttori, vicende di questo tipo, potrebbero essere sempre più frequenti e la soluzione a questa o altre vicende similari, potrebbe essere quanto mai ardua e lontana e, soprattutto, dai contorni inquietanti.

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN HondaMondo auto
    PIÙ POPOLARI