Honda Jazz: caratteristiche e prezzi della nuova versione

Honda Jazz: caratteristiche e prezzi della nuova versione

In fatto di propulsori si inizia col 1

da in Anteprima auto, Auto 2009, Honda, Honda Jazz
Ultimo aggiornamento:

    Ne ha fatta di strada la Honda Jazz da quando è stata presentata per la prima volta sul mercato distinguendosi da subito per via delle soluzioni innovative e per la grande versatilità.

    Adesso con la nuova versione della Honda Jazz la vettura segna un nuovo punto a suo favore, l’abitabilità interna a dispetto delle dimensioni compatte esterne anche rispetto alla versione che l’ha preceduta è cresciuta, eppure a fare la differenza fra le due auto in fatto di dimensioni sono appena 5 centimetri.

    Motori, versioni e prestazioni

    Due i motori disponibili nella nuova Honda Jazz ma almeno cinque le versioni che si possono scegliere.

    In fatto di propulsori si inizia col 1.200 cc. di cilindrata da 90 cavalli di potenza, ottimo in città ma non si tira di certo indietro quando si decide di effettuare un viaggio visto che parliamo di un propulsore abbastanza brioso e silenzioso con buone prestazioni; 175 km/h di velocità massima, 12 secondi e mezzo per passare da 0 a 100 orari e la possibilità di percorrere 19 chilometri con un litro di benzina.

    L’altro motore disponibile è un 1.400 cc. di cilindrata da 99 cavalli di potenza in grado di raggiungere i 180 km/h con accelerazioni da 0 a 100 orari in 11 secondi e mezzo e possibilità anche di percorrere anche con questo propulsore i 19 chilometri con un litro di carburante. Non male, parliamo oltretutto di un’auto che ha l’aspetto di una monovolume con dimensioni abbastanza compatte, tre metri e 90 centimetri di lunghezza, un metro e 70 centimetri di larghezza per meno di una tonnellata di peso.,

    La dotazione di serie

    La dotazione di serie montata dalla Honda Jazz è abbastanza completa ma sarebbe bastato poco per giungere all’optimum. Nella vettura troviamo l’ABS, 4 airbag, i vetri elettrici, l’impianto radio/CD/MP3, i retrovisori esterni che è possibile regolare dall’interno, il sedile guida regolabile in altezza, stessa cosa per il volante che si modula in altezza e profondità. Manca però l’ESP che si paga a a parte…. Peccato! Stessa cosa per i fendinebbia, chi li vuole dovrà mettere mano al portafogli…. Ci vogliono 400 euro.


    Il comportamento della Honda Jazz

    In città la vettura è nel suo elemento, occupa poco spazio pur viaggiando nel confort così come facile è anche entrarvici grazie alle ampie portiere. Anche nei medi spostamenti il comportamento è buono con una buona tenuta di strada ma un po’ irrigidita nelle sospensioni, così come risulta un po’ rumorosa alle alte velocità.

    Gli interni

    Gli interni sono eleganti e ampi come gli stessi sedili d’altro canto con una disposizione dei comandi validi ed a portata di mano; ma le plastiche sono del tipo economico e si vede, anche se ben assemblate, fermo poi ritenere se sono di lunga durata o meno. Ottimo il bagaglio da 379 litri fino, massimo, 1.340 litri agendo sui sedili; da segnalare il fatto che la vettura si dota di validi e comodi vani e nicchie portaoggetti a bordo.

    I prezzi

    Parliamo di un’auto dai prezzi davvero competitivi, basti pensare che si parte da 11.500 euro. Per la versione Elegance 1.200 ne occorrono invece 14.000 che diventano poco meno di 15.000 se con lo stesso allestimento si opta per il motore di 1.400 cc. di cilindrata fino a giungere a 17.000 euro per la 1.400 Exclusive, ma esiste la possibilità di scegliere un allestimento minore, la Executive, che con un motore di 1.400 cc. di cilindrata costa 15.800 euro.

    630

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAuto 2009HondaHonda Jazz
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI