Honda NSX elettrica: la versione a batterie della supercar giapponese

La supercar Honda NSX potrebbe arrivare in versione elettrica, con un motore per ogni ruota. Sarà vero? Tutti i dettagli di questo nuovo progetto.

da , il

    Honda NSX elettrica: la versione a batterie della supercar giapponese

    In un mondo che vede sempre più di buon occhio le auto elettriche, sia per i normali “urban user” sia per i più esigenti clienti di auto sportive di lusso, anche Honda ha pensato di dire la propria. Così, durante la dimostrazione della Honda Acura EV Concept, un prototipo di auto da gara con una potenza di 1.000 cavalli vista girare ufficialmente lungo il tracciato della famisa e famigerata Pikes Peak, dai piani alti del brand è trapelata la volontà di portare una simile tecnologia su di un’auto di serie. Attualmente, nel listino di Honda, è solo la Honda NSX l’auto che potrebbe beneficiare di un powertrain completamente elettrico e con una potenza di tutto rispetto, sia per tipologia di clientela che per identità personale, quindi pare scontato cominciare a pensare che potremmo vedere una versione Honda NSX elettrica da ora ad un tempo indefinito avanti a noi.

    Prendi un’auto pensata per fare delle gare, con diversi motori elettrici ed una potenza di 1.000 cavalli, e trasporta quel know how direttamente su un’auto di serie. Questo è quello che vorrebbe fare Honda con la nuova generazione di NSX. La dichiarazione è stata fatta direttamente da Sekino Yosuke, il Capo della ricerca e Sviluppo del colosso giapponese, che ha dichiarato come si stia seriamente pensando ad una Honda NSX elettrica.

    L’impostazione è molto interessante, seppur non una novità in senso assoluto: ogni ruota potrà beneficiare di un motore elettrico. Questo farebbe della Honda NSX la prima supercar elettrica a gestire in autonomia completa la trazione su ogni ruota e, di riflesso, la dinamica di guida. Questo perchè la gestione della coppia può intrinsecamente contribuire alle prestazioni in curva, una sorta di Torque Vectoring o G-Vectoring. In più la coppia piatta tipica dei propulsori elettrici significherebbe un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in circa 2.5 secondi per il bolide giapponese, seppur la velocità massima di 155 miglia orarie (250 km/h) non sia esattamente il top.