NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Hulme Can-Am: debutto per la neozelandese da 600 cavalli

Hulme Can-Am: debutto per la neozelandese da 600 cavalli

materiali ultraleggeri, telaio monoscocca e un cuore da 600 cavalli, questa è la carta d'identità della Hulme Can-Am, la supercar neozelandese dedicata all'omonimo campione di F1

da in Auto sportive, Supercar
Ultimo aggiornamento:

    E’ stata presentata al pubblico la scorsa settimana la Hulme Can Am in ocassione di una gara del campionato A1GP in Nuova Zelanda. La realizzazione definitiva di questa automobile traduce in realtà il sogno del suo ideatore, il sessantottenne Jock Freemantle, che dopo il pensionamento da ingegnere automobilistico ha iniziato a coltivare l’ambizione di realizzare una supercar per conto proprio.

    Un primo prototipo della Hulme era stato presentato circa 3 anni fa con il nome di Hulme F1; negli anni occorsi per sviluppare dal concept il modello definitivo,diverse varianti sono state apportate al progetto. Oltre al nome commerciale, la modifica più importante riguarda il propulsore installato nel leggerissimo telaio monoscocca in fibra di carbonio.

    Mutazioni genetiche sotto il cofano

    E’ stata infatti abbandonata la scelta iniziale di adottare un V8 da 5.0 litri di origine BMW, per preferire un possente 7.0 litri sempre con l’architettura V8, derivato dalla Corvette Z06 (LS7) e capace di erogare 600 cavalli.
    Una soluzione che fa indubbiamente della Hulme Can-Am un vero missile su ruote, permettendole di compiere lo scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi.

    Materiali ultraleggeri e cura artigianale

    Questa particolarissima automobile viene assemblata a mano, realizzata utilizzando prevalentemente materiali compositi che le assicurano un peso complessivo molto contenuto.

    Il design non lascia dubbi sul temperamento estremo della Hulme, l’andamento del corpo vettura, lo spoiler anteriore che lambisce l’asfalto e la grande ala posteriore sono chiari richiami al mondo delle competizioni automobilistiche.
    I due posti secchi sono allestiti con sedili racing e cinture di sicurezza multi-punto; nessuna protezione aerodinamica per gli occupanti, salvo due piccoli parabrezza singoli. Rientra comunque nei progetti del costruttore la commercializzazione di una versione coupé oltre la scoperta.

    I sogni costano e nel caso della Hulme Can-Am anche tanto. Per acquistare questo gioiellino bisogna considerare una spesa di circa 700.000 dollari e un’attesa di circa un anno per l’allestimento di ogni esemplare.

    Foto tratte da www.jalopnik.com

    385

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto sportiveSupercar
    PIÙ POPOLARI