NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Hyundai Ioniq elettrica: prezzo, prova su strada, autonomia e consumi [FOTO]

Hyundai Ioniq elettrica: prezzo, prova su strada, autonomia e consumi [FOTO]

Dopo la versione ibrida la Hyundai Ioniq si lancia in versione completamente elettrica. Ecco la nostra prova su strada delle versione Electric, con prezzi, consumi e autonomia.

da in Auto 2017, Auto Elettriche, Auto nuove, Hyundai, Hyundai Ioniq, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento:

    Nuova prova su strada di AllaGuida.it: abbiamo testato la nuova Hyundai Ioniq Electric. In un mondo che vede sempre più le auto elettriche ed ibride come chiave di volta della mobilità, Hyundai Ioniq Elettrica si prefigge lo scopo di azzerare completamente le emissioni rispetto alla versione ibrida, già presentata da qualche tempo. La motorizzazione completamente elettrica le permette di percorrere in città circa 280 km, un’autonomia che non rende ancora capace l’auto di viaggi veri e propri ma comincia a non far pesare quella che è la cosiddetta “ansia da autonomia”. Molto interessanti, invece, i tempi di ricarica della Hyundai Ioniq elettrica, che si aggirano sui 23 minuti con caricatore rapido per avere quasi una carica completa. Noi abbiamo portato a termine la prova su strada della Hyundai Ioniq elettrica proprio per voi, per dirvi come si può sfruttare l’elettrico.

    prova su strada hyundai ioniq electric

    Di Hyundai Ioniq è stata commercializzata prima la versione ibrida, seguita poi solo in secondo momento dalla versione esclusivamente a batterie. Le auto con solo motore elettrico hanno delle ovvie differenze rispetto alle omologhe con propulsore a combustione interna, ed una di queste è la griglia di raffreddamento. Di fatto non c’è bisogno di aria che arrivi direttamente al radiatore e raffreddi il blocco motore, quindi la Hyundai Ioniq EV sostituisce la calandra anteriore con un monoblocco sagomato in modo aerodinamico, perchè la resistenza all’aria è di fondamentale importanza per questo tipo di vetture. All’anteriore restano comunque la paratie laterali per meglio canalizzare i flussi d’aria, verso le ruote, mentre in basso c’è lo splitter che regolarizza la zona sotto la vettura. In effetti queste sono le uniche differenze estetiche che differenziano la versione a batterie da quella ibrida, perchè il resto del design è esattamente lo stesso: spazio dunque a linee accattivanti e morbide, con al posteriore un accenno di spoiler che spezza in due il lunotto, parte del quale continua anche in mezzo ai due gruppi ottici. La forma dei gruppi ottici anteriori non può che essere esattamente Hyundai, perchè il family feeling è chiaro e richiama tutti i modelli di recente produzione, così come le luci diurne a LED sistemate in una striscia verticale agli angolo del paraurti anteriore.

    LEGGI ANCHE Hyundai Ioniq elettrica: tutte le caratteristiche

    hyundai ioniq elettrica interni

    Gli interni della Hyundai Ioniq Electric accolgono guidatore e passeggeri con una lucida razionalità, accompagnata però da una tecnologia importante e da una connettività all’avanguardia. Basta già osservare la strumentazione che si realizza in un display digitale, abbandonando quindi la connotazione analogica, per comprendere il salto generazionale e l’idea che c’è stata dietro la progettazione di questo modello. Le informazioni visualizzate sulla strumentazione riguardano in questo caso anche lo stato di carica della batteria e l’autonomia residue, mentre il resto degli apparati di bordo può essere comandato abbondantemente dal display touchscreen da 8 pollici posto al centro della plancia. E’ affondato in una cornice color bronzo, tonalità riservata per alcuni particolari solo alla versione ad alimentazione elettrica, ed offre la possibilità di interfacciare anche smartphone Android ed Apple attraverso i protocolli di comunicazione dedicati. Ormai è un particolare, la connettività, che non bisogna lasciare in secondo piano nel progettare un’auto, soprattutto in un’epoca in cui lo smartphone è diventato la naturale estensione del proprio corpo. Il resto della plancia si sviluppa secondo linee orizzontali, infatti il climatizzatore ha un display lungo e dei tasti affiancati fino a formare una linea continua. Sul tunnel centrale, invece, il selettore del cambio perde la connotazione di leva per acquisire quella di semplici pulsanti, un po’ come visto su altre auto di altri brand, vicino ai quali si articolano anche tutti i tasti per comandare sistemi ausiliari come il riscaldamento dei sedili, esattamente al fianco di una tasca portaoggetti.

    motore hyundai ioniq elettrica

    La nuova Hyundai Ioniq Electric affida la propulsione esclusivamente ad un motore elettrico, supportato a sua volta da un pacco batterie da 28 kWh. Il motore è capace di un’autonomia massima di 280 km e può spingere la Ioniq elettrica fino alla velocità massima di 165 km/h, grazie ad una potenza massima di 120 cavalli ed una coppia di 295 Nm, mentre la posizione bassa delle batterie aiuta la dinamica di guida ed il piacere al volante. Tra i sistemi particolari c’è sicuramente da annoverare il riscaldamento delle batterie, che permette di controllare la temperatura i tutto il pacco agli ioni di litio così da agevolare le operazioni di ricarica e non far soffrire il freddo durante i mesi invernali. E’ possibile ricaricarla sia da una presa domestica, che richiede circa 12 ore per il “pieno” di elettricità, sia da un wall box che abbatte le tempistiche di ricarica a ne garantisce il 100% in 4 ore e 25 minuti, sia le stazioni di ricarica veloce a corrente continua: in questo caso bastano 30 minuti per la ricarica a 50 kW e 23 minuti per quella a 100 kW.

    dimensioni hyundai ioniq elettrica

    Le dimensioni della Hyundai Ioniq Electric annoverano una lunghezza massima pari a 4 metri e 47 centimetri, mediamente una decina di centimetri in più a quanto siamo abituati a vedere con le hatchback di segmento C, una larghezza di 1 metro ed 82 centimetri ed un’altezza di 1 metro e 45 centimetri.

    hyundai ioniq elettrica bagagliaio

    Il peso delle batterie si fa sentire e porta la massa complessiva a quota 1.880 kg, mentre il bagagliaio della Hyundai Ioniq electric offre uno spazio che va dai 325 ai 1.410 litri di volume.

    Test drive  hyundai ioniq elettrica

    E’ giunto il momento di metterci al volante della nuova Hyundai Ioniq elettrica per la nostra prova su strada. La vettura è praticamente uguale alla versione ibrida (qui potete leggere la prova). La differenza negli interni la fanno alcuni dettagli nel tunnel centrale e negli esterni il frontale.

    Tanta visibilità a bordo, sempre molto bella la plancia della Hyundai. Schiacciamo il pulsante e partiamo. Chi vi parla è uno straordinario amante delle auto elettriche. Le critiche che piovono su di esse sono assolutamente giuste: costose, complicate, difficilmente utilizzabili per colpa di infrastrutture, consumi e autonomia. Però mettersi al volante di una vettura elettrica è assolutamente un’esperienza da fare. Silenziosa, fantastica, frena praticamente da sola. Anzi, al volante ci sono delle leve che ricordano i “paddle” delle auto con cambi automatici sportiveggianti che qui, però, servono a regolare il livello di recupero di energia: più si sale di livello (quattro in tutto), più l’auto frena da sola rilasciando il gas e più si ricupera energia. Alla fine il freno non serve, basta mollare l’acceleratore. Naturalmente il cambio non c’è, si schiaccia sul pedale e stop. Semplicissimo.

    prova su strada hyundai ioniq electric

    L’electric è facilissima da guidare, ma anche divertente, con tre diverse modalità di guida e diverse: Eco, Normal e Sport. La strumentazione cambia colore a seconda delle modalità e l’escalation prestazionale diventa contagiosa. La Ioniq scivola via nel traffico veloce, agile, con il suo volante abbastanza piccolo, quasi da vettura sportiva. Anche in autostrada si dimostra egregia, a velocità di crociera autostradale non sembra di stare su un’auto elettrica. Il motore elettrico spinge forte con i suoi 120 cavalli, fa da 0-100 in poco meno di 10 secondi. Per quanto riguarda l’autonomia siamo di gran lunga sotto quello dichiarato dalla casa, però l’abbiamo sempre provata in ciclo extra urbano, per cui è normale che venga meno di quello dichiarato. La vettura è assolutamente promossa: il design della Ioniq ha convinto da tempo, questa versione “Electric” è fantastica da guidare, semplice e comoda. I problemi sono sempre i soliti di tutte le vetture elettriche.

    hyundai ioniq elettrica

    La Hyundai Ioniq in versione esclusivamente elettrica è offerta in due diversi allestimenti, che sono Comfort e Style. Il primo ad un prezzo base di 36.750 euro, mentre per il secondo sono necessari 38.750 euro per portarselo a casa.

    1674

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2017Auto ElettricheAuto nuoveHyundaiHyundai IoniqProve auto su strada
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI