NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Idrogeno: adesso pure nelle biciclette

Idrogeno: adesso pure nelle biciclette

“La bicicletta - spiega Giorgio Dispenza dell’Itae-Cnr, responsabile della ricerca - è alimentata totalmente ad idrogeno con un sistema di accumulo a stato solido in grado di fornire un’autonomia elettrica di 150 km: un pieno costa circa 18 euro per una spesa di circa 12 centesimi a chilometro”

da in Blocco traffico, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    bici ad idrogeno

    Vero è che stiamo parlando stavolta delle due ruote e non delle quattro, ma vero è anche che se lo facciamo è perché la tecnologia applicata a queste duo ruote, una bicicletta in particolare, potrebbe presto essere esportata anche alle auto.

    Parliamo insomma di una bicicletta ma con una tecnologia molto particolare, visto che ad alimentarla interverrebbe niente meno che l’idrogeno. Interessante è il fatto di assistere alle caratteristiche di questo velocipede che con un pieno di idrogeno percorrerebbe ben 150 chilometri e per ricaricarla del gas naturale necessario a farlo muovere occorrono non più di un quarto d’ora. C’è da dire che il fatto che la bicicletta vada ad idrogeno non deve far credere che venga snaturata l’intima caratteristica di questo veicolo che va pur sempre pedalato pur se in maniera assistita.

    A mettere a punto tale innovativa tecnologia ci ha pensato il C.N.R., ovvero, il Centro Nazionale delle Ricerche di Messina Itae-Cnr della Tozzi Renewable Energy – TRE S.p.A, società con la quale l’Istituto Cnr svolge attività di ricerca e sviluppo in diversi ambiti.

    Il prototipo viene presentato ed esposto nel corso del workshop scientifico sulla mobilità sostenibile nell’ambito di ‘H2Roma Energy&Mobility Show’, che si è tenuto ieri a Roma fino al 5 novembre.

    “La bicicletta – spiega Giorgio Dispenza dell’Itae-Cnr, responsabile della ricerca – è alimentata totalmente ad idrogeno con un sistema di accumulo a stato solido in grado di fornire un’autonomia elettrica di 150 km: un pieno costa circa 18 euro per una spesa di circa 12 centesimi a chilometro”.

    I programmi futuri di questo prototipo? Creare vere e proprie flotte di bici a disposizione di quanti vorranno servirsene soprattutto per la mobilità urbana e non solo, la colonnina di idrogeno deputata a rifornire tali biciclette verrebbe alimentata da fonti rinnovabili, come l’energia solare, il che significa abbattere del tutto le emissioni inquinanti, per non contare il fatto che come prodotto di scarto della combustione, in caso di veicoli ad idrogeno, ritroviamo semplicemente l’acqua sotto forma di vapor d’acqueo.

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo auto
    PIÙ POPOLARI