Idrogeno: si parte con i camion

Idrogeno: si parte con i camion
da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Camion ad idrogeno

    L’idrogeno arriva anche nei camion, anche se non si tratta della soluzione delle fuel cell. Si chiama HFI e consiste nell’iniezione di idrogeno in camera di combustione insieme al gasolio. Non ha niente a che vedere, quindi, con tutte le soluzioni ipotizzate, progettate e realizzate basandosi esclusivamente sull’idrogeno come unico carburante. Potrebbe sembrare strano che si possa applicare ai mezzi pesanti e non alle automobili, ma le ragioni sono presto dette.

    L’idrogeno che sfrutta il sistema HFI è prodotto dall’elettrolisi dell’acqua sfruttando l’energia elettrica in eccesso disponibile dal camion; durante il movimento, infatti, l’alternatore produce sempre energia elettrica, anche quando non è necessario, e senza questo sistema andrebbe sprecata. Per funzionare è quindi richiesta parecchia energia elettrica, che non sarebbe disponibile in un’autovettura, e un utilizzo continuo per parecchie ore.

    Il risparmio che si riesce ad ottenere è intorno ai 600 euro mensili, a fronte di una spesa compresa tra 3.000 e 12.000 euro, qualora il sistema fosse in funzione per diverse ore continuativamente, la produzione sarebbe inferiore di almeno 10 volte, cosa che comporterebbe un minor risparmio e un periodo di ammortamento troppo lungo.

    Il risparmio economico non è l’unico vantaggio offerto da questo nuovo accorgimento; durante i test si sono potute constatare notevoli riduzioni delle emissioni inquinanti; si è rilevato, infatti, un calo del 14 % in meno di ossidi di azoto e ben del 50% in meno di particolato.

    255

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI