Il seggiolino in auto oltre che obbligatorio è indipensabile per la sicurezza

Il seggiolino in auto oltre che obbligatorio è indipensabile per la sicurezza
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Il seggiliono per auto è l’unico accessorio in grado di conferire sicurezza al bambino a bordo di una vettura

Il seggiolino per bambini in auto è un accessorio obbligatorio ma soprattutto indispensabile per la sicurezza dei piccoli a bordo ma, nonostante la sua diffusione, ci sono ancora incertezze nel suo regolare utilizzo.

A suffragare l’importanza di questo accessorio i dati europei in tema di sicurezza stradale che indicano in 200 mila gli incidenti che hanno visto vittime bambini in auto, dentro le quali, hanno perso la vita 164 piccoli viaggiatori di età inferiori ai 15 anni. Tanto che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, in Europa gli incidenti stradali sono considerati come prima causa di morte per i bambini dai 5 ai 14 anni d’età.

A puntare l’indice sull’ignoranza e la noncuranza degli adulti nei confronti dei bambini a bordo, la Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia che denuncia l’evidenza che sta sotto gli occhi di tutti e cioè l’evidenza dei troppi adulti che consentono ai propri piccoli in auto di muoversi liberamente o continuare a viaggiare in braccio ai propri genitori. Eppure, è dimostrato che l’uso del seggiolino, in caso di incidente, limita del 71% il rischio di morte nei piccoli passeggeri.

Ma anche il seggiolino è inutile se utilizzato scorrettamente, fatto che accade nell’80/90% dei casi, secondo uno studio americano.

Ciò che è importante segnalare è il modo in cui si deve assicurare il bambino in auto, mai davanti se il piccolo ha un’età inferiore a 12 anni d’età e ciò a causa del rischio rappresentato dall’esplosione dell’air-bag, in caso di incidente. E’ dietro che il bambino, se nel seggiolino, adeguatamente posizionato, è più sicuro, sia in caso di urto frontale che laterale. Inoltre, la posizione postero-centrale, è la più sicura anche nelle collisioni soprariportate.

Il fatto che il bambino stia in una posizione sicura e ben assicurato al seggiolino evita anche il rischio di quelle decelerazioni improvvise seguite da incidente, ciò in quanto, il corpo del bambino, non ancora sviluppatosi, non riesce a dissipare le forze derivanti dall’impatto che, oltretutto, agendo su una superficie più ridotta, quale il corpo di un bambino, scarica l’intera energia sulle ridotte protezioni offerte dal piccolo, come ossa e muscoli, ancora immaturi, con la conseguenza di traumi molto gravi ad organi vitali quali fegato, milza, pancreas e reni, che schiacciandosi, possono provocare gravissime e spesso letali emorragie, così come, nei piccoli passeggeri, vertebre e midollo, sono le parti più esposte e vulnerabili in caso di sinistro e, anche in questo caso, è il seggiolino, se ben posizionato ad offrire quella salvaguardia al piccolo passeggero che ci portiamo a bordo dell’auto.

Questo è il motivo per cui il bambino in auto dovrà viaggiare in condizione di massima sicurezza e mai come, purtroppo, si vede troppe volte fare a molti adulti, incuranti di dati, statistiche, gravi fatti di cronaca che, davanti ad una tragedia annunciata, generalmente, invocano la malasorte, anzicchè la loro incoscienza criminale!

Tuttavia ci sembra utile riportare, per intero, le raccomandazioni della Polizia Stradale che alleghiamo per intero:

Bambini in auto: ecco come portarli in modo sicuro

Possono salvare i nostri bambini in caso di incidente e evitare molti traumi. I seggiolini, e comunque i dispositivi di ritenuta per bimbi, sono fondamentali durante gli spostamenti in auto.
Il trasporto in macchina dei più piccoli è un argomento delicato, sopratutto se si pensa che alcuni genitori credendo di fargli del bene mettono invece in pratica abitudini e comportamenti pericolosi. In caso di incidenti o manovre brusche sono proprio le persone più piccole e indifese a correre il rischio più grande: mentre un adulto, in generale, riesce a rimanere seduto sul sedile per i bambini a volte anche una frenata brusca può comportare la caduta o l’urto contro sedili o vetri.
Secondo recenti statistiche sono più di 8mila ogni anno i bambini, sotto i 13 anni, coinvolti in incidenti stradali e per un centinaio di loro le lesioni risultano letali. L’utilizzo dei dispositivi di ritenuta per bambini è dunque uno strumento necessario per la loro sicurezza ed è molto più sicuro che tenerli in braccio, al contrario di quanto credono molti genitori. Il piccolo ben sistemato sul seggiolino “ha il 69 per cento di probabilità in meno di decesso se coinvolto in incidenti gravi” dice il vice questore aggiunto della polizia stradale Giandomenico Protospataro.
I dispositivi utilizzabili sono di due tipi: seggiolini e adattatori. Dovrebbero essere usati fin dai primi giorni di vita, seguendo attentamente le istruzioni riportate nel manuale e la scelta deve essere fatta in base al peso del bimbo. Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall’articolo 172 del codice della strada, (modificato dal decreto legislativo n.150 del 13 aprile 2006), dalla normativa europea e con una circolare attuativa del ministero dell’interno. I dispositivi di ritenuta sono obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 chili di peso: fino a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre questo peso si possono utilizzare anche gli adattatori. Quest’ultimi sono dei piccoli sedili che, sollevando il bambino, permettono di usare le cinture di sicurezza dell’auto che però vanno passate sotto le alette poste ai lati, in senso longitudinale al torace.
Vi ricordiamo inoltre che:
· I sistemi di sicurezza presenti negli autoveicoli non sono adatti a persone inferiori a 1.50 metri di altezza.
· Fino a 9 chili di peso il bimbo deve essere trasportato in senso contrario alla marcia dell’auto. Attenzione mai mettere il bambino sul sedile anteriore se la macchina è provvista di airbag, a meno che non possa essere disattivato. Il posto più adatto è il sedile posteriore, al centro, che protegge anche da eventuali urti laterali.
· Dopo 10 chili si può cominciare a sistemare il seggiolino in senso di marcia.
· Lo schienale del seggiolino deve essere ben appoggiato al sedile della macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono sempre essere allacciate, anche per brevi tragitti.

Polizia di Stato

1011

Vedi anche:

Peugeot Exalt al Salone di Pechino

Guarda il video della nuova Peugeot Exalt, la nuova elegante coupé che verrà svelata per la prima volta dal vivo al prossimo salone dell'auto di Pechino. Siamo di fronte ad un bellissimo concept, che riprende in diversi dettagli quello famoso della casa del Leone di nome Onyx di qualche tempo fa.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 23/10/2007 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici