NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Impianti Bi-Fuel: Opel si adegua più di altri

Impianti Bi-Fuel: Opel si adegua più di altri

Tali modelli sono stati inseriti nell’allestimento GPL Tech dove l’impianto a gas, GPL o metano che sia, sono montati e garantiti direttamente da Opel che nel frattempo ha apportato modifiche ai propulsori, testate comprese,

da in Impianti Metano, Mondo auto, Opel, Opel Agila, Opel Astra, Opel Meriva
Ultimo aggiornamento:

    Opel Allestimento GPL Tech

    Il mercato degli impianti bi-fuel è in costante incremento, si parla del 6,8% questo mese rispetto allo scorso, è ovvio che quella che ieri era una soluzione malvista dai costruttori di auto oggi è quanto mai diventa una seguitissima strategia di vendita.

    L’ultimo esempio, chiaramente in ordine di tempo, ci viene offerta da Opel che ha posizionato verso alto l’offerta di modelli quali Opel Corsa, Astra e Meriva.

    Tali modelli sono stati inseriti nell’allestimento GPL Tech dove l’impianto a gas, GPL o metano che sia, sono montati e garantiti direttamente da Opel che nel frattempo ha apportato modifiche ai propulsori, testate comprese, per rendere più prestanti e “risparmiosi” tali propulsori e, fatto importante, le vetture appartenenti a questi allestimenti non hanno bisogno di interventi di manutenzione più ravvicinati al punto che il primo tagliando è previsto a 30 mila chilometri e, per quanto riguarda i prezzi, ricordiamo che si parte da 16.300 euro e per Opel Corsa 1.200 cc. di cilindrata GPL Tech-Enjoy.

    Come si vede l’offerta di auto bi-fuel diviene sempre più seguita dal mercato al punto da indurre le Case automobilistiche ad assecondare la crescente richiesta che viene, per’altro, incentivata dallo Stato a tutto vantaggio dell’ambiente.

    249

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Impianti MetanoMondo autoOpelOpel AgilaOpel AstraOpel Meriva
    PIÙ POPOLARI