Incentivi alla rottamazione: chi si ricorda più degli abbonamenti gratis ai mezzi pubblici?

Incentivi alla rottamazione: chi si ricorda più degli abbonamenti gratis ai mezzi pubblici?

Le promesse non mantenute dai Governi, come quelle degli incentivi alla rottamazione a favore di abbonamenti annuali ai mezzi pubblici

    Forse quando certi governi vengono penalizzati alle elezioni dai cittadini bisognerebbe, al di là delle polemiche, analizzare quanto le classi dirigenti sono in grado di mantenere dopo le promesse elettorali o durante la dirigenza di quella o quell’altra coalizione e questo vale per tutti gli schieramenti perché non c’è cosa peggiore di quella che possa accadere ad un governo del Paese che non riesce a mantenere gli impegni assunti col proprio elettorato.

    Dopo questa premessa pensiamo all’enfasi che si diede all’inizio dell’anno al problema ambientale in Italia, la cui soluzione, parziale, doveva essere rappresentata dagli incentivi alla rottamazione al punto che si arrivò ad incentivare persino la demolizione di un mezzo inquinante anche per chi non lo avrebbe sostituito con un’auto nuova e per quest’ultimi lo Stato si era impegnato e non certo a parole ma con decreto del Ministero di Finanze del 1/2/2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4/4/4008 di cui alla Finanziaria del 2008, a corrispondere un abbonamento gratuito della durata di un anno sui mezzi pubblici della città di residenza. Ebbene, alzi la mano colui o colei che mai ebbe a beneficiare di tale decisione governativa; nessuno, per il semplice fatto che non fu mai dato seguito ai decreti attuativi afferenti al decreto fiscale.

    L’ADUC, la nota Associazione dei Consumatori, è scesa in campo segnalando il fatto che il bonus riguarda il 2007 a vantaggio di coloro che acquistarono gli abbonamenti in quel periodo e che farsi rimborsare in base al decreto risulta operazione irta di ostacoli forse insormontabili, se si pensa che la domanda dovrà essere presentata agli “enti incaricati del servizio di rimborso” e che tali enti dovranno ancora essere prescelti dal Ministero e non prima del prossimo 4 giugno 2008 e tutto ciò per vedersi riconosciuto il diritto relativo al 2007 e per il 2008 non si è ancora deciso nulla.

    Fermo il fatto che, conditio sine qua non, affinché si possa eventualmente avere diritto al rimborso sia quello secondo il quale l’avente diritto abbia custodito la copia dell’abbonamento annuale con allegata ricevuta di pagamento. Quanti avranno ancora questi documenti?

    399

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI