NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Incentivi auto: ancora nessuna decisione

Incentivi auto: ancora nessuna decisione

Addirittura il ministro Scajola paventa la possibilità che incentivando l’auto si rischia di favorire il mercato estero più competitivo, strano questo ragionamento del ministro, se le auto estere sono più competitive lo saranno indipendentemente dagli incentivi …

da in Incentivi Auto, Mercato Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    concessionaria

    Si continua a parlare di incentivi statali e stavolta per porsi una domanda quanto mai d’attualità; possiamo immaginare un anno senza incentivi nel bel mezzo di una crisi dell’auto che è ben lungi dall’essere passata? Probabilmente no, se si pensa che a bocce ferme, quest’anno rispetto allo scorso, in condizioni economiche del Paese del tutto immutate si potrebbe verificare quello che nel 2009 veniva visto come uno spauracchio, ovvero, vendite sotto i due milioni di auto nuove se non si fossero promulgati gli incentivi, fatto che non è avvenuto, per fortuna e lo scorso anno le immatricolazioni hanno quasi raggiunto i due milioni e 200 mila vetture.

    Gli stessi incentivi hanno favorito le vendite di auto a gas cui Fiat e Hyundai hanno puntato in special modo e il mercato ha apprezzato non poco questa possibilità. Si tratta di capire oggi, alla luce delle promesse fatte dal Governo, cosa mai accadrà al settore dell’auto senza incentivi, anzi, quasi senza incentivi, visto che la confusione tuta italiana sul tema non è mancata per nulla. Oggi le ultime notizie sul tema incentivi sarebbero quelle che ci indicano che verrà aiutato il settore automobilistico che si impegni nell’innovazione e non tutte le auto a tappeto come fatto lo scorso anno e questo ha finito per gettare ancor di più nella confusione il mercato dell’auto.

    Addirittura il ministro Scajola paventa la possibilità che incentivando l’auto si rischia di favorire il mercato estero più competitivo, strano questo ragionamento del ministro, se le auto estere sono più competitive lo saranno indipendentemente dagli incentivi …. E dunque sarebbe meglio riconvertire gli stabilimenti di auto, un parere quest’ultimo in parte condiviso dalle Associazioni dei Consumatori, come testimonia l’Aduc che afferma che reintrodurre gli incentivi significa “drogare il mercato”, mentre per Federconsumatori gli incentivi potrebbero migliorare il potere d’acquisto delle famiglie italiane ma per procedere nella giusta direzione occorrerebbe detassare gli stipendi.

    Per l’UNRAE senza incentivi invece si perdono quasi diecimila posti di lavoro “ 800 milioni di IVA e lo 0,4% del PIL, pari a ben 4,6 miliardi di euro.

    “Come più volte evidenziato alle Istituzioni competenti i dati degli ordini sono oggi fortemente negativi e, in assenza di incentivi, il mercato automobilistico subirà una flessione di 350.000 unità, come del resto già evidenziato anche dal Costruttore nazionale”. Secondo il Presidente, Loris Casadei, che di fronte al forte calo di ordini di auto in Italia nei primi 40 giorni dell’anno ha detto che “stiamo andando in una direzione in cui il mercato totale sarà di 1,7 milioni, massimo 1,8 milioni di auto”, servirebbero anche “misure più strutturali quali la revisione della fiscalità dell’auto, con particolare riferimento alle auto aziendali, e forme che promuovano la mobilità sostenibile ed eco-compatibile, unitamente ad una sempre maggiore sicurezza della circolazione degli autoveicoli”. Dello stesso avviso anche Assogasliquidi/Federchimica e Consorzio Ecogas, che hanno “appreso con rammarico le intenzioni del Ministero dello Sviluppo Economico di non prorogarli”; stesso avviso anche per Federaicpa, l’Associazione del settore delle concessionarie auto operanti in Italia.

    Tuttavia bisogna considerare un altro aspetto ancora, l’Europa ci guarda e ci ricorda che se incentivi nel Vecchio Continente dovranno esserci questi dovranno riguardare tutti gli Stati e dunque, chissà, può darsi che gli incentivi ce li ritroviamo anche noi per l’anno in corso.

    602

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incentivi AutoMercato AutoMondo auto
    PIÙ POPOLARI