Incidenti stradali e maltempo, c’è nesso di casualità?

Incidenti stradali e maltempo, c’è nesso di casualità?
da in Incidenti Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Guida con la pioggia

    Dovranno essere smentiti coloro che ritengono che gli incidenti automobilistici si verificano, in misura maggiore, in condizioni di traffico difficile a causa di condizioni meteorologiche avverse.

    Non è così, dei 174.471 incidenti stradali, verificatisi nel ‘2004 e che hanno fatto registrare 4.067 morti e 239.099 feriti, i tre quarti si sono verificati col tempo sereno, mentre con la pioggia o con manto bagnato dopo temporali sono stati, l’11,7% dei sinistri con 663 morti e 32.582 feriti.

    Il risultato di questo studio, che fa riferimento ai dati ISTAT e della Polstrada, sull’incidentalità, dimostra che non è né la pioggia nè la neve a causare il maggior numero di incidenti, per il fatto che, in queste condizioni, si va più adagio e con più attenzione, addirittura con la neve gli incidenti diminuiscono fino a diventare 917 con 18 morti e 1.450 feriti.

    Paradossalmente, le belle giornate luminose, inducono gli automobilisti ad andare più velocemente e spesso a far eccessivamente conto sulle ritenute capacità di guida, prestando, magari, anche meno attenzione alla strada.

    Anche la famigerata nebbia, soprattutto quella in Val Padana, che ultimamente pare abbia lasciato un po’ di tregua agli automobilisti, ha fatto registrare meno incidenti, si sono registrati, infatti, 56 morti, pari all’ 0,6% del totale dei caduti della strada e 2.186 feriti.

    Per quanto riguarda gli incidenti con altre condizioni avverse, ricordiamo la grandine, fenomeno non diffusissimo, anche in inverno, che ha causato, 5 morti e 201 feriti ed, infine, il vento forte e, soprattutto laterale, che ha fatto registrare 12 vittime e 416 feriti.

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incidenti AutoMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI