Innocenti 326: la low cost made in Italy

Innocenti 326: la low cost made in Italy

La Innocenti 326 fa parte di un progetto di Fiat volta alla realizzazione di 3 auto low cost da prodursi in Italia e vendersi in tutto il mondo e che nello specifico utilizzerà un celebre marchio italiano del passato

da in Auto 2011, Auto Economiche, Utilitarie
Ultimo aggiornamento:

    Innocenti 326

    Dovremo aspettare il 2011 per rivedere in auge il vecchio marchio Innocenti, il marchio milanese che tanto lustro diede al nostro Pese nel dopoguerra e che stavolta si palesa con una nuova vettura che vuole l’Italia impegnata nella costruzione di auto low cost.

    Con tale marchio la Fiat proseguirà il progetto iniziato con una nuova Fiat 600 da presentarsi più o meno nello stesso periodo da contrapporsi alla concorrenza romena rappresentata dalla Dacia Sandero.

    La Innocenti 326, questo l’attuale nome del progetto made in Italy, sarà una vera low cost visto il prezzo di attacco di circa 6.500 euro e andrà a sostituire l’attuale Fiat Palio, ragione per cui a godersela per primi saranno i brasiliani e poi noi italiani; oltretutto c’è da dire che la low cost in questione verrà successivamente e per fortuna prodotta in Italia, a Mirafiori in Piemonte fino a Pomigliano D’Arco in Campania e Termini Imerese in Sicilia.

    La Innocenti 326 avrà un design ricavato accostando gli elementi tutti che partecipano al family styling dei modelli Fiat e dunque abbastanza piacevole così come per quanto concerne la meccanica sulla vettura dovrebbero trovare posto i motori di 1.200 cc. di cilindrata da 80 cavalli di potenza, i 1.400 da 95 cavalli ed un potente turbodiesel da 1600 cc. di cilindrata in grado di erogare una potenza di 105 cavalli.

    Tutti i motori saranno parsimoniosi nei consumi e tutti realizzati nel pieno rispetto delle norme europee che regolano l’emissione di CO2.

    La Innocenti 326, anche se questo non sarà il suo nome definitivo, sarà una 5 porte omologata per 5 persone con ingombri entro i 4 metri di lunghezza massima con un abitacolo razionale, piacevole e senza inutili fronzoli, necessità quest’ultima dettata dal fatto di dover contenere i costi.

    La concorrenza nei confronti della Dacia Sandero a questo punto dovrebbe essere più che efficace visto che la Innocenti in questione si avvicinerà molto di più di quanto faccia la romena ai gusti di noi esigenti occidentali che oltretutto potremo scegliere la Innocenti 326 in tre diversi allestimenti per renderla sempre più accessoriata e completa pur restando sempre nell’ambito di un’auto low cost.
    Foto raffigurante un primo disegno tratto da: Cambio

    432

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2011Auto EconomicheUtilitarie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI