Inquinamento: il lavaggio delle strade lo abbatte

Inquinamento: il lavaggio delle strade lo abbatte

A tali risultati sarebbero giunti ricercatori spagnoli che hanno condotto lo studio lunga un’arteria stradale urbana di Barcellona molto trafficata ma tale operazione per sortire i risultati sperati deve essere condotta anche lungo i marciapiedi

da in Blocco traffico, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Pulizia strada

    Non è solo una questione di decoro urbano la prassi di lavare le strade, quanto invece un’attenzione importante per questione di igiene e salute pubblica.

    Ciò da quando si è visto che le polveri sottili, PM10, se da un lato sono gli inquinanti più importanti e temuti per la nostra salute nei centri urbani, dall’altro per anni si è trascurato il fatto che non sono solo nocive tali polveri quando emesse dagli autoveicoli, soprattutto se alimentati a gasolio, ma quando invece si depositano nel fondo stradale.

    Vi sarebbe tuttavia un accurato studio scientifico che dimostrerebbe come sia possibile ridurre tale impatto ambientale di tali polveri evitando la loro dispersione pulendo regolarmente le strade, soprattutto con le nuove tecniche di cui dispongono le spazzatrici e pulitrici stradali effettuato con spazzole rotanti e acqua, più o meno trattata, soprattutto nelle ore notturne.

    A tali risultati sarebbero giunti ricercatori spagnoli che hanno condotto lo studio lunga un’arteria stradale urbana di Barcellona molto trafficata ma tale operazione per sortire i risultati sperati deve essere condotta anche lungo i marciapiedi.


    Facendo i rapidi raffronti, si è constatato che confrontando l’inquinamento prima e dopo le operazioni la pulizia delle strade è risaltato che nella giornata e nella mattina susseguente alla pulizia della strada, la concentrazione delle polveri sottili si è abbassata di quasi il 10%; un esempio da imitare dunque.

    Fonte: Atmospheric Environment

    277

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI