NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Isola pedonale: 30 anni di risultati

Isola pedonale: 30 anni di risultati

L'isola pedonale compie 30 anni, la prima risale infatti al 30 dicembre 1980 e fu fatta a Roma, vicino al Colosseo

da in Curiosità Auto, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Isola pedonale 30 anni

    Tra qualche giorno ci sarà un compleanno molto particolare, a festeggiare sarà infatti l’isola pedonale, si avete capito bene, è iniziato tutto il 30 dicembre 1980, quando a Roma venne istituita la prima isola pedonale d’Italia, vicino al Colosseo e dopo trent’anni, su 100 centri urbani, 92 capoluoghi di provincia dispongono di isole pedonali e sono 34 ogni 100 abitanti, i metri quadrati riservati esclusivamente ai pedoni. I comuni di Venezia, Verbania, Cremona e Terni superano invece la soglia di 100 metri quadrati ogni 100 abitanti, niente male.

    Questo è quanto emerge da una serie di dati raccolti da ACI e Legambiente presentato in occasione di questo singolare compleanno e che si chiama La città ai nostri piedi, storia e numeri delle aree chiuse al traffico. Un’occasione per condividere e discutere dell’esigenza di affrontare in modo valido e concreto i problemi legati alla mobilità e al trasporto urbano, aumentando anche la sicurezza e la qualità ambientale delle città. L’isola pedonale rientra tra le strategie che si possono utilizzare per migliorare la mobilità urbana e non solo, negli anni ha dimostrato di produrre effetti positivi nell’immediato e sul lungo periodo.

    Da subito perchè si può ottenere la riduzione dei livelli di smog e di rumore, con una crescita del numero di persone che utilizzano il trasporto pubblico e poi una maggiore tutela di monumenti e patrimonio storico e artistico delle città, oltre alla valorizzazione turistica e un generale aumento della vivibilità all’interno dei centri abitati.

    A questo si aggiunge il miglioramento della sicurezza stradale, dal momento che è nei centri urbani che si verifica il maggior numero di incidenti. La strada giusta per un futuro più vicino alle esigenze di chi va a piedi.

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Curiosità AutoMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI