Jaguar XFR-S Sportbrake: immagini dal Salone di Ginevra 2014 [FOTO]

Cadono i veli dalla nuova Jaguar XFR-S Sportbrake, versione ad altissime prestazioni della wagon britannica

da , il

    Jaguar XFR-S al salone di Ginevra 2014

    Non poteva mancare anche lei al Salone di Ginevra 2014, la Jaguar XFR-S Sportbrake. Dopo la comparsa in rete delle immagini ufficiali della wagon sportiva del Giaguaro qualche tempo fa, la casa ha risposto ufficialmente con la presentazione alla kermesse svizzera. Arriva anche per la Sportbrake la sua versione RS, proprio com’è accaduta anche per la normale XF berlina qualche tempo fa. Lo stile ricalca quello della sua gemella berlina, con un frontale reso più aggressivo dal nuovo scudo paraurti, contraddistinto da ampie prese d’aria e dalla mascherina tutta nera.

    Guardandola di fianco, saltano subito all’occhio i grossi cerchi in lega “Varuna” dallo stile dedicato, forgiati e dal diametro di 20 pollici, montati su pneumatici Pirelli P Zero misura 265/35 all’anteriore e 295/30 al posteriore. I montanti ed i mancorrenti sul tetto sono in nero lucido. Il posteriore si distingue rispetto a quello delle normali Sportbrake per la presenza di un vistoso elemento in fibra di carbonio sulla fascia paraurti, ma anche per i quattro terminali di scarico e per lo spoiler sul lunotto. Attendiamo ulteriori foto per quanto riguarda gli interni, anche se siamo sicuri che l’ambiente interno sarà esattamente il medesimo della berlina.

    Dati tecnici

    Gli ingegneri di casa Jaguar hanno introdotto sotto al cofano della XF Sportbrake il grosso 5.0 litri V8 per permetterle di rivaleggiare con le blasonate concorrenti tedesche, quali Audi RS6 Avant o Mercedes E63 AMG wagon. L’unità è capace di sviluppare 550 cavalli (405 kW) e 680 Nm, sufficienti per strappare uno 0-100 km/h in circa 4,8 secondi e di toccare una velocità massima di 300 chilometri orari. La potenza viene gestita dal cambio automatico Quickshift di derivazione F-Type, dotato di otto rapporti, mentre per frenare tutta la sua esuberanza si è optato per un impianto frenante potenziato, che prevede dischi autoventilati da 380 mm all’anteriore e da 376 mm dietro. Gli ingegneri inglesi sono dovuti anche intervenire sulle sospensioni posteriori, cambiando la rigidità delle molle per far fronte alla maggiore massa. Stando ai valori dichiarati dalla casa, la vettura sarà in grado di fare fino a 100 km con solo 12 litri di benzina e di emettere 297 grammi al chilometro di anidride carbonica. Non mancheranno, infine, i sistemi di gestione elettronica dell’assetto ed il differenziale elettronico.

    Il prezzo dovrebbe essere, per il mercato britannico, di 80.000 sterline, circa 97.000 euro stando al cambio attuale.

    Salone di Ginevra 2014, tutte le auto esposte