Jauguar X Type, il fascino della tradizione britannica

da , il

    Jauguar X Type, il fascino della tradizione britannica

    Ci prova anche, Jaguar X Type 2.2 Diesel, a sposare l’ alimentazione a gasolio. Abbandonato il concetto che, diesel, debba, per forza, essere associato all’ andatura lenta e fumosa, con un cambio a sei marce e un ottimo turbodiesel, capace di 155 CV, anche Jaguar si converte al gasolio.

    Non rimpiangeremo i motori a benzina

    Prestazioni mozzafiato da non far ricordare con nostalgia i propulsori a benzina, accelerazioni da brivido, capaci di far volare , in soli sette rapidissimi secondi, la vettura da 80 a 120 km/h. con soli 5 litri di gasolio ogni 100 km., nel circuito extraurbano. Il tutto, con l’ esaltazione del piacere di una guida morbida, soffice e progressiva. E, proprio il neo riscontrato nei motori a gasolio, l’ eccessiva vibrazione, questo inconveniente, in Jaguar, viene annullato, del tutto, anche ai bassi regimi.

    Regale al punto giusto

    La tradizione Jaguar, che punta, in primis, sull’ eleganza, la regalità e l’ esclusività delle sue vetture, neanche stavolta poteva venir meno al concetto ispiratore di tutta la filosofia della Casa inglese, oggi anche tedesca, se si considera l’ ingerenza di BNW, in questo ultimo prodotto. Ciò, senza nulla togliere al fascino della vettura che, anche, nella X Type ha raggiunto un solo compromesso, rispetto al passato. L’ offerta della versione station wagon da aggiungersi alla più classica berlina.

    Il lusso si respira a bordo

    E’ a bordo che si apprezza, immediatamente, il fascino e la raffinatezza che, come sempre, anche stavolta, i progettisti hanno trasfuso, senza economia, in quest’ auto. Selleria in pelle, per chi la desidera, radica a profusione, materiali accurati e soffici che avvolgono anche l’ automobilista più esigente. Tutto questo, senza mai trascurare il ricorso alla moderna tecnologia che fa di X type una vettura in linea con la concorrenza, anche la più agguerrita. Spazio, dunque, al navigatore satellitare, comodo e preciso, all’ impianto HIFI , al precisissimo e razionale impianto di climatizzazione, senza che passi inosservata un’ ultima chicca, il sistema, brevettato, Bluetooth che permette l’ uso di un telefono compatibile, anche lasciato in borsa o in tasca, senza fili, utilizzandolo tramite i comandi disposti in vettura. E, per finire, un’ occhio attento ai prezzi, perfettamente in linea col mercato che, per questo segmento di vetture, risulta, spesso, l’ ago della bilancia che orienta il consumatore su un’ auto piuttosto che su un’ altra e, in questo caso, il modello base, viene offerto ad appena 31.000 euro, IVA inclusa.

    Cosa chiedere di più ad una vettura che riesce a coniugare, presente e futuro, senza tradire, mai, il concetto radicato di uno stile immutato nel tempo e che vivrà in eterno?