Salone di Ginevra 2017

Tutte le migliori novità auto presentate al Salone di Ginevra 2017. Su AllaGuida tutte le auto esposte alla kermesse, insieme a consigli, date, mappa, indirizzo, come arrivare e prezzo dei biglietti.

Jeep al Salone di Ginevra 2015: tutte le novità auto esposte [FOTO]

Jeep al Salone di Ginevra 2015: tutte le novità auto esposte [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2015, Auto nuove, Jeep, Salone auto, Salone di Ginevra 2017
Ultimo aggiornamento: Sabato 07/03/2015 15:32

    Le novità che la Jeep porta al salone di Ginevra 2015 parlano anche italiano. La Renegade, vettura prodotta nella fabbrica Fiat di Melfi dove condivide la piattaforma con la 500X, è già un successo commerciale dopo quattro mesi dalla sua introduzione sul mercato. Il successo recente della Jeep non proviene solo dagli Stati Uniti. Infatti nel 2014 questo brand ha aumentato le vendite in Europa del 70%, segnando perfino un +50% nella tana del lupo (dal punto di vista della Fiat), in Germania.

    Nuovo motore per la Renegade

    A Ginevra debutta nella gamma Renegade il motore a benzina 1.4 Multiair 2 da 170 cavalli, abbinato al cambio automatico a nove rapporti e alla trazione integrale denominata Jeep Active Drive. Questo motore sarà disponibile dalla fine di marzo sulla versione Limited. I visitatori della rassegna svizzera (5-15 marzo) possono osservare anche una Renegade Trailhawk, l’allestimento più orientato al fuoristrada. Monta il turbodiesel 2.0 da 170 cavalli ed il cambio automatico.

    Wrangler

    Passando alle Jeep più classiche, una sosta obbligata è per la Wrangler. Tra le novità ginevrine specifiche per questo modello, troviamo la serie speciale Black Edition II per il mercato europeo (in Italia ci saranno la versione normale e la Unlimited), sulla base della Sahara: turbodiesel 2.8 da 200 cavalli e 460 Nm di coppia, unitamente alla trasmissione automatica a cinque rapporti. Dato il nome, il nero domina nella combinazione cromatica, fuori e dentro. Di serie il tetto Dual Top: rigido rimobilile a tre pannelli o soft top. Da vedere la Wrangler Rocks Star, derivata dalla Rubicon e dotata di accessori Mopar. Stella US Army sul cofano, mezze porte, logo dietro gli specchietti, Led, maniglie roll bar, carrozzeria gialla e interni neri.

    Grand Cherokee

    Passando alla Grand Cherokee, l’ammiraglia della Jeep, l’allestimento Platinum sulla versione top di gamma Summit è ancora più ricco e personalizzato; sono maggiori gli elementi in tinta con la carrozzeria e i cerchi in lega da 20 pollici sono satinati. L’esemplare in mostra a Ginevra è in tinta Granite Crystal con gli interni in pelle Dark Sienna. Nuovo il sistema d’intrattenimento multimediale, basato su lettore Blu-Ray e due schermi indipendenti per i passeggeri posteriori, oltre a sistema audio Harman-Kardon. Visibile anche la Grand Cherokee SRT, la versione più prestazionale: motore V8 6.4 da 468 cavalli e 624 Nm di coppia. Questa Jeep è americana purosangue, ma il sistema Fuel Saver contribuisce a ridurre i consumi. E le prestazioni non sono da Suv: 0-100 in 5″, velocità massima 257 Km/h e frenata da 100 Km/h all’arresto completo in soli 35 metri. Non manca il sistema Launch Control per il massimo controllo di trazione nelle partenze. Infine per quanto riguarda la gamma Cherokee, cioè Suv di fascia media, a Ginevra ci sarà la versione Limited, dotata di interni in pelle beige Nepal. Motore turbodiesel Multijet 2.0 da 170 cavalli, cambio automatico a 9 marce e trazione integrale con dispositivo che disconnette la motricità all’asse posteriore quando le condizioni di marcia non la rendono necessaria, in modo da risparmiare carburante.

    548

    ARTICOLI CORRELATI