NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Jeep Commander, la tradizione è rispettata

Jeep Commander, la tradizione è rispettata
da in Auto nuove, Jeep
Ultimo aggiornamento:

    Sette posti, eleganti e comodi, per la classica Jeep Commander, disponibile, per i suoi estimatori, alla fine del prossimo mese di febbraio. Sicurezza e alta tecnologia contraddistingueranno la vettura che, in questa serie, sarà equipaggiata con propulsori, V8 e V6 turbodiesel commonrail, in grado di garantire alte prestazioni. L’ ascesa di questo nuovo modello non appannerà la fama delle altre Jeep, Wrangler, Cherokee, Grand Cherokee che continueranno a restare in produzione.

    Nuovi allestimenti interni, ma la tradizione, ancora una volta, è stata rispettata
    Sarebbe stato un vero peccato chiudere con il passato senza un appiglio verso la tradizione che vuole, questa classe di vetture, di forma consuetudinaria, pur se tecnologicamente nuova. Ben lungi l’ idea della Casa costruttrice di venir meno a quest’ ispirazione, col nuovissimo Commander ritroviamo tutti gli elementi di spicco esaltati nelle forme, come le ampie superfici vetrate, rigorosamente verticali. All’ interno, strumentazione bicolore, particolare forma del pomello del cambio, nuovi sedili e nuovi materiali impiegati, tantissimo spazio, fino a sette comodissimi posti, di cui tre ricavabili anteriormente, confermano l’ impegno della grande Casa americana.
    Da menzionarsi un utile accorgimento adottato in questa versione. Tutti i sedili sono leggermente rialzati creando quell’ effetto teatro per non infastidire i viaggiatori che siedono i posti più arretrati dell’ auto. E, poi, i comandi della climatizzazione sono ricavati in modo da essere raggiungibili e regolabili anche nella terza fila, in maniera autonoma, dal resto dell’ abitacolo.

    Le sfide in Jeep Commander non finiscono mai…
    Trazione, sospensioni e sterzo, riprendono quanto presente in Grand Cherochee, mentre il propulsore è caratteristico del Commander, un 3.0 litri offerto anche con l’ alimentazione a benzina. Sia che la si scelga a benzina o Turbodiesel, in tutte le versioni, è la ripresa a primeggiare con consumi ridotti in qualsiasi situazione di marcia.

    Per chi non si accontenta mai… ecco il nuovissimo 5.7 HEMI dalle eccellenti prestazioni e utilissimo per rimorchiare anche carichi molto pesanti. Da menzionare anche gli ottimi cambi automatici offerti in tutte le versioni, con la possibilità, da parte del cliente, di scegliere la soluzione completamente automatica (DRIVE ) con quella semi automatica o sequenziale che consente di variare le marce spostando, semplicemente, il cambio a destra, o a sinistra.

    Lo sforzo della Casa è stato volto ad assicurare alla vettura un controllo, in ogni condizione di impiego, in grado di garantire sicurezza totale nell’ uso stradale. Ma analogo impegno è stato messo dai progettisti per riparare i passeggeri in caso di collisione. Ricordiamo i principali sistemi di sicurezza: airbag multistadio, windowbag, cinture di sicurezza con pretensionatore e limitatore della forza di ritenuta, e il dispositivo BeltAlert che segnala al conducente il mancato allacciamento delle cinture di sicurezza. E, inoltre, Electronic Stability Programme (ESP) con Electronic Roll Mitigation (ERM), Brake Assist , Sistema antibloccaggio (ABS) , All-Speed Traction Control System (TCS, sistema di controllo della trazione) , Sistema per il monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPM) , ParkSense? (sistema di parcheggio ad ultrasuoni) , Navigatore satellitare con DVD (a richiesta) ,Tergicristalli con sensore pioggia.
    Sia che si scelga la nuova Jeep Commander per lavoro o per diporto, la vettura soddisferà, da subito, i “ palati “ più esigenti.

    520

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveJeep
    PIÙ POPOLARI