Jeep Grand Cherokee 2017: prezzo, interni e prova su strada di Summit e Trailhawk [FOTO]

Jeep Grand Cherokee 2017: prezzo, interni e prova su strada di Summit e Trailhawk [FOTO]

    Prova su strada della nuova Jeep Grand Cherokee 2017 - Siamo andati fino a Frankfurt, in Germania, per aver modo di provare in anteprima la nuova versione Model Year 2017 della celebre Jeep Grand Cherokee. La casa americana sta adottando una politica molto intelligente per il suo SUV di punta, con aggiornamenti costanti e regolari, in modo da mantenere sempre fresco e al passo con i tempi il suo modello. E la versione 2017 non fa eccezione e si mostra al pubblico con un look leggermente aggiornato, ma anche con importanti novità a livello di gamma. A questo punto non ci resta che andarla a scoprire nel dettaglio insieme in questo test drive.

    Vediamo come si presenta la nuova Jeep Grand Cherokee 2017. Cominciamo con il parlare di com’è cambiata fuori. A prima vista il look è più fresco e moderno rispetto a prima, specialmente nel frontale. A regalare questo effetto sono sicuramente le nuove prese d’aria sullo scudo paraurti ridisegnato, ma anche la nuova mascherina, dove le 7 feritoie tipicamente Jeep sono più evidenti e riconoscibili. Nella vista laterale possiamo vedere i nuovi cerchi in lega, che si sposano bene con gli inserti nella parte inferiore degli sportelli della versione Summit. Dietro, infine, non è cambiata e resta fedele al modello uscente. Con l’occasione del MY 2017, la gamma si arricchisce anche dell’inedita variante Trailhawk, già disponibile sulle sorelle minori Renegade e Cherokee. Questo allestimento si può riconoscere a livello estetico per l’inedita fascia anteriore, completamente ridisegnata per questo nuovo modello, la decalcomania antiriflesso sul cofano, piastre sottoscocca di protezione, calotte degli specchietti e finiture Neutral Grey. A questo si aggiungono anche i dettagli, come il badge “Trailhawk” e “Trail Rated” e le con finiture rosse. Si tratta della versione più fuoristradistica di tutte e per questo monta pneumatici Goodyear Adventure (su cerchi da 18″) con rinforzo in Kevlar di serie. Volendo si possono anche avere le pedane parasassi Mopar. LEGGI ANCHE: Jeep Grand Cherokee 2017, novità Trailhawk: prezzi e motori [FOTO]

    Per quanto riguarda gli interni la Jeep Grand Cherokee 2017 l’impostazione resta quella di sempre, con una plancia dalle forme semplici e razionali, impreziosita da inserti lucidi e dettagli cromati. Nella consolle centrale spicca il generoso touchscreen del sistema multimediale, aggiornato nella sua logica di funzionamento. Sulla versione Summit in prova, si apprezzano i sedili in pelle bianca e tra i vari optional segnaliamo i due display sugli schienali dei sedili anteriori, per l’intrattenimento di chi si siede dietro. Così come per l’esterno, anche all’interno la nuova versione Trailhawk si distingue per una configurazione specifica. Nell’abitacolo, il nuovo modello Trailhawk si caratterizza per i rivestimenti di colore nero e sedili in pelle con inserti scamosciati e cuciture a vista in rosso, presenti anche nei pannelli delle porte e sulla consolle centrale. Ci sono poi gli inserti spazzolati in piano Black e le finiture grigie ed il badge Trailhawk sul volante completa le novità nell’interno. La dotazione di serie comprende inoltre il sistema Uconnect touchscreen da 8,4″ con navigatore e funzionalità “Off-road pages” per consentire di tenere sotto controllo l’articolazione delle ruote e altre caratteristiche relative alla performance 4×4 della vettura, tra cui l’altezza delle sospensioni, i sistemi di trazione e il sistema Selec-Terrain. LEGGI ANCHE: Nuova Jeep Compass 2017, le caratteristiche attese: debutta al Salone di Los Angeles [FOTO]

    Prendendo un metro e mettendoci ad analizzare le dimensioni della nuova Jeep Grand Cherokee 2017, possiamo notare una lunghezza di 4 metri ed 83 centimetri, abbinata ad una larghezza di 1 metro e 94 centimetri, con un’altezza di 179 centimetri. Il passo è di 292 centimetri. Quanto alla capienza del bagagliaio, invece, troviamo un valore minimo di 457 litri, che possono arrivare fino a 1554 litri, abbassando i sedili posteriori.

    Parlando di sospensioni, all’anteriore troviamo uno schema a ruote indipendenti con doppio braccio oscillante (SLA), molle elicoidali o pneumatiche, ammortizzatori a gas a doppio tubo e barra stabilizzatrice. Dietro, invece, lo schema è sempre a ruote indipendenti con schema multilink, molle elicoidali con ammortizzatori a doppio tubo o Nivomat o pneumatiche con ammortizzatori a doppio tubo, braccio di controllo inferiore in alluminio, bracci superiori indipendenti e barra stabilizzatrice. L’impianto frenante, invece, prevede all’anteriore dei freni a disco autoventilati da 350×32 mm (380×34 mm sulla SRT) e autoventilati da 330×22 mm al posteriore (350×28 mm la SRT). I motori più indicati per il pubblico europeo (e soprattutto italiano) sono sicuramente i diesel 3.0 litri V6 Multijet II. La versione d’accesso è quella da 190 cavalli (140 kW) a 4000 giri/min con una coppia motrice di 440 Nm a 1600 giri/min. In alternativa c’è la variante più potente, con 250 cavalli (184 kW) a 4000 giri/min e 570 Nm a 2000 giri/min. Per entrambe c’è un cambio automatico sequenziale ad 8 rapporti. In alternativa c’è il 3.6 litri V6 VVT benzina capace di 286 cavalli (210 kW) a 6350 giri/min e di 347 Nm a 4300 giri/min di coppia. Salendo ancora di livello c’è il 5.7 litri V8 MDS da 352 cavalli (259 kW) a 5200 giri/min, con 520 Nm a 4200 giri/min. E infine non ci resta che parlare della più esclusiva e sportiva di tutte, la SRT, equipaggiata con il 6.4 litri HEMI V8, capace di sviluppare 468 cavalli (344 kW) a 6250 giri/min e 624 Nm a 4100 giri/min di coppia. Anche per le versioni a benzina il cambio è un automatico sequenziale ad 8 marce.

    A Francoforte è stata una prova su strada diciamo “atipica”: abbiamo provato la nuova Jeep Grand Cherokee 2017 per strada, anche in autostrada, divertendoci moltissimo ad alte velocità nei tratti tedeschi privi di limiti di velocità. Ma soprattutto è stato un test drive offroad. Abbiamo provato la vettura sulla neve, affrontando percorsi tortuosi e impervi, sfruttando gli allestimenti Summit, SRT fino alla Trailhawk. Tre versioni diverse, tre auto adatte a tre tipi di target differenti. Il Summit è il massimo per quanto riguarda esclusività ed eleganza, La SRT regala sportività a non finire, infine il Trailhawk è l’allestimento per affrontare i fuoristrada più estremi. Parliamo di una vettura imponente, comodissima da guidare, estremamente tecnologica. Bellissimi gli interni, con uno schermo da 8,4 pollici che domina al centro della plancia. Il motore è ottimamente insonorizzato, ottimo il cambio a otto marce velocissimo nelle cambiate, non benissimo i consumi, lontani dai 7 litri per 100 km dichiarati dalla casa (parliamo del diesele 3.0). Preciso lo sterzo elettrico, regala un grande piacere di guida. Che dire: Jeep si conferma con una prodotto costoso ma assolutamente di qualità. Naturalmente chi la compra non passerebbe mai le sue giornate tra i guadi, ad attraversare le dune del deserto, a correre spericolato sulla neve. Ma la vettura può farlo, lo abbiamo visto con i nostri occhi, uscendone assolutamente indenne. Auto per tutte le condizioni e situazioni, comoda e assolutamente sicura.

    Jeep Grand Cherokee 6.4 V8 HEMI SRT: 91.200 € Jeep Grand Cherokee 3.6 V6 VVT Summit: 73.200 € Jeep Grand Cherokee 5.7 V8 MDS Summit: 82.200 € Jeep Grand Cherokee 3.0 V6 CRD MJT II Laredo: 57.200 € Jeep Grand Cherokee 3.0 V6 CRD 250 MJT II Limited: 65.200 € Jeep Grand Cherokee 3.0 V6 CRD 250 MJT II Overland: 71.200 € Jeep Grand Cherokee 3.0 V6 CRD 250 MJT II Trailhawk: 71.200 € Jeep Grand Cherokee 3.0 V6 CRD 250 MJT II Summit: 77.200 €

    1390

    PIÙ POPOLARI