Salone di Parigi 2016

Jeep Grand Cherokee Trackhawk: la nuova SRT monta l’Hellcat 6.2 V8 [FOTO]

Jeep Grand Cherokee Trackhawk: la nuova SRT monta l’Hellcat 6.2 V8 [FOTO]

    La casa americana ha deciso di battezzare “Trackhawk” la nuova belva da pista, nonchè sport utility ad altissime prestazioni. La Jeep Grand Cherokee Trackhawk sarà il nuovo top di gamma, posizione oggi occupata dalla ben più tranquilla SRT8. Definire tranquilla una Grand Cherokee SRT8, che monta il 6.4 litri V8 HEMI da 468 cavalli può sembrare ridicolo, ma non lo è affatto se teniamo presente cosa hanno in serbo quelli di Jeep per il nuovo modello. I cuochi hanno all’interno della loro ricetta un ingrediente davvero esclusivo, ossia il motore Hellcat 6.2 litri sovralimentato da 717 cavalli che ha già fatto il suo debutto ufficiale sulla Dodge Charger SRT Hellcat, la berlina a quattro porte più potente al mondo.

    Il modello ha già ufficialmente ricevuto il cosiddetto semaforo verde, quindi si farà. Quella che è ancora incerta, però, è la data di arrivo sul mercato, visto che nuove voci di corridoio dicono che la Grand Cherokee Trackhawk sia stata posticipata. Questo significa che la vedremo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018, non più tardi però, visto che pare che il gruppo FCA abbia in mente di pensionare questo enorme motore in favore di uno più compatto di cubatura, per ridurre consumi ed emissioni nocive.

    LEGGI ANCHE: Dodge Charger SRT Hellcat: 6.2 V8 per la berlina 4 porte più potente al mondo [FOTO]

    Grazie al suo motore 6.2 litri vù-otto sovralimentato da 717 cavalli e ben 880 Nm di coppia, la Trackhawk sarà in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 4 secondi e potrà raggiungere una velocità massima di circa 280/290 km/h. Numeri spaventosi se pensiamo che stiamo parlando di un SUV di 485 centimetri di lunghezza, con un peso nell’ordine delle due tonnellate e mezza. A livello estetico, poi, sarà ancora più esclusiva ed aggressiva rispetto all’odierna SRT8, con un body kit specifico, grossi cerchi in lega ed un assetto ribassato. Stesso discorso anche per gli interni, che vedranno un sapiente intervento di riallestimento.

    In futuro il marchio Jeep ha in mente di dedicare spazio anche alle versioni sportive dei suoi 4×4, come testimonia anche il via libera alla nuova Jeep Renegade Trackhawk, che potrebbe condividere la stessa ossatura meccanica dell’Abarth 500X.

    LEGGI ANCHE: Jeep Renegade Trackhawk: via libera alla versione sportiva del piccolo SUV [FOTO]

    451

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI