Jeep Wrangler Moab, fuoristrada senza compromessi a partire da 39.300 euro [FOTO]

da , il

    Fuoristrada duro e puro, è quel che evoca il marchio Jeep, pronto a lanciare sul mercato italiano la Wrangler Moab sia due e quattro porte. Dal prossimo 11 febbraio arriverà nelle concessionarie forte della consueta dotazione tecnica imperniata intorno al motore turbodiesel 2.8 litri di cilindrata e 200 cavalli di potenza massima. A cambiare sono gli equipaggiamenti e alcuni dettagli stilistici, senza che l’essenza venga snaturata. Chi vuole un suv-salotto può cercare altrove.

    Certo, i prezzi sono tutt’altro che popolari, con l’edizione speciale Moab più cara mediamente di 2.500 euro rispetto alle versioni in commercio di Jeep Wrangler e Wrangler Unlimited.

    Il listino parte dai 39.300 euro della versione due porte, per arrivare a 42.300 euro con la quattro porte Unlimited e il rincaro è giustificato dalle dotazioni di serie extra rispetto agli altri allestimenti. Navigatore satellitare con schermo a colori touch da 6.5 pollici di diagonale e con funzioni di infotainment implementate, l’hard top in tinta con la carrozzeria, le pedane paracolpi, i cerchi in lega da 17 pollici sono alcuni dettagli aggiunti alla Moab, riconoscibile per il cofano motore bombato al centro e gli adesivi laterali. Certo minore importanza hanno i vetri oscurati, il tappo del serbatoio targato Mopar o i tappetini specifici.

    Altre modifiche sulla Moab riguardano gli interni, con una maniglia davanti al passeggero (anche se poco curata, con bulloneria a vista), i sedili in pelle riscaldabili e il già citato schermo a colori dal quale gestire la multimedialità, completata da un hard disk da 40 gigabytes, ingressi Usb, Aux e lettore dvd.

    La tecnica

    Per districarsi al meglio nei passaggi più impegnativi, la Jeep Wrangler Moab offre di serie il differenziale posteriore a slittamento limitato Trac-Lok, un vero dispositivo meccanico che sostituisce il Brake Lock System delle altre versioni Wrangler. La coppia motrice viene ripartita sulla ruota con maggior presa, senza necessità di leggere i dati dei sensori dell’abs: un vero differenziale autobloccante.

    Restano invariate le prestazioni, con una velocità massima di 172 orari, l’accelerazione da zero a cento che si attesta su 10.6 secondi e consumi nel ciclo misto di 8.1 litri/100 chilometri.