NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Kia Optima: avere ciò che si spende

Kia Optima: avere ciò che si spende
da in Auto nuove, Berline, Kia, Kia Optima
Ultimo aggiornamento:

    Discendenze diverse per questa ammiraglia di Casa Kia, la Optima. L’ auto viene costruita in Corea, deriva dalla precedente versione della Hyundai Sonata e adotta propulsori costruiti, all’ uopo, dalla tedesca Porsche. Il risultato, comunque, non è un insieme di concetti diversi fusi in un’ auto, quanto piuttosto un amalgama di esperienze costruttive volti alla realizzazione di una vettura che, nell’ allestimento ‘2006, ha le carte in regola per fare una buona impressione a cominciare dal prezzo che, sia pure non ancora comunicato, sembrerebbe abbastanza concorrenziale.

    Due gli allestimenti previsti per Optima, LX-V6 ed EX-V6 per le versioni con propulsori a sei cilindri, uno, LV-4V, per l’ allestimento a quattro cilindri. La trasmissione è, a scelta, a quattro velocità, automatica o, a cinque, manuale. Sono dunque due le motorizzazioni previste per Optima, il 2,4 litri con 138 cavalli di potenza per il 4 cilindri e di 170 cavalli per il 6 cilindri di 2,7 litri.

    Appena discreta la dotazione di sicurezza, in generale, in quest’ auto. Solo le versioni più accessoriate, infatti, montano nell’ allestimento completo, l’ intera serie di air bag, anteriore, posteriore, laterale a tendina mentre, nella versione più economica, manca l’ ABS, da pagarsi a parte.

    Internamente Optima, pur appartenendo ad una classe superiore, mostra un abitacolo un po’ spartano e comunque anonimo. Aria condizionata e un normalissimo impianto radio /CD, senza troppe pretese, fanno parte della dotazione standard.

    Per tutto il resto, a cominciare dai sedili in pelle, il ricorso agli optional a pagamento è sempre d’ obbligo.

    Esternamente, invece, Optima, mostra un maggior carattere, persino poco mediato dall’ auto cui trae ispirazione, appunto la Sonata della Hyunday. Per esempio, il frontale è univoco e si differenzia da tutte le altre vetture della stessa marca, più che mai, dalla concorrenza.

    Nel complesso, neanche alla Kia sono certi che Optima sarà un’ auto destinata a fare la storia della Casa automobilistica, resta però il fatto che per chi non vuole spendere troppi soldi per un’ auto, pur sempre di qualità, Optima, resta un buon acquisto, pur non nascondendo un certo disappunto per certe scelte della Casa in alcune versioni. Scelte che, però, qualcuno, visto il prezzo di vendita, potrebbe anche condividere.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveBerlineKiaKia Optima
    PIÙ POPOLARI