Kia Picanto 1.1 CRDI VGT Fresh, finalmente è diesel

Sorprendente piccolo motore diesel in grado di conferire emozioni

da , il

    Kia Picanto 1.1 CRDI VGT Fresh, finalmente è diesel

    La si aspettava da un po’, quale logica prosecuzione del successo che ha ottenuto e continua a riscuotere anche in Italia.

    Parliamo di Kia Picanto 1.1 CRDI VGT Fresh, adesso, come indica anche la sigla, in versione diesel caratterizzata da un piccolo 3 cilindri, common rail, abbastanza brioso, dai bassi consumi e da un prezzo contenuto.

    A tradire l’impressione che se ne potrebbe ricavare guardandola dall’esterno, la Picanto, offre spazio adeguato per tutti gli occupanti, pur mantenendo, dimensioni che la rendono adattabilissima al traffico cittadino. Il modello base, la Fresh, è ben accessoriata, ma c’è di meglio, basta salire un gradino e giungere alla Spicy, operazione, questa, che incide in circa 1.000 euro e l’auto si dota di airbag laterali, specchietti retrovisori elettrici, fari fendinebbia. Da notare che l’auto viene già fornita di serie di ABS, doppi airbag frontali, sedili posteriori reclinabili e sdoppiabili, radio/cd e tre anni di garanzia e, ricordando che parliamo di un’auto di 3 metri e mezzo di lunghezza, non ci sembra per niente male.

    Il propulsore è un 1.100 cc a tre cilindri, come si diceva, turbodiesel,che sviluppa 75 cavalli di potenza, che offre interessanti spunti concedendo vivacità di marcia e buona brillantezza, a parte una certa rumorosità quando viene sollecitato un po’. Anche le tenuta di strada è buona e sicura. Il cambio è a cinque marce manuale, abbastanza preciso e morbido, per questa trazione anteriore che si riprende adeguatamente, se si considera la grandezza del propulsore e il peso di una tonnellata e cinquanta chilogrammi complessivi. L’auto accelera da 0 a 100 orari in 13,5 secondi, ha una velocità massima di 165 km/h e consuma poco, mediamente 17 litri con un litro di gasolio che non è un record, ma di più, è difficile pretendere se si considera il ricorso che si deve fare sovente alle marce basse per far riprendere di giri la Picanto.

    Il costo è adeguato, 11.800 euro, se consideriamo anche la comodità che si respira all’interno, dove l’abitacolo, oltre che confortevole offre spazi sufficienti, grazie ai numerosi vani portaoggetti, oltre ad un bagagliaio comodo di 157 litri che, a sedili abbattuti, diventa di 882 litri, eppure, chissà, forse ci si aspettava qualcosa di meno dalla KIA, in fatto di prezzo, non foss’altro perché, per avere qualche optional utile in più, dobbiamo far fronte ad una spesa intorno ai 13.000 euro.