Kia Pop presentata al Salone di Parigi 2010

La Kia Pop, prototipo elettrico della casa costruttrice coreana, è stata presentata nel corso dell'ultimo Salone di Parigi, generando grande interesse

da , il

    Kia Pop 21

    La casa costruttrice coreana Kia ha svelato nel corso del Salone di Parigi 2010 l’interessante prototipo Kia Pop. Questa soluzione per la mobilità urbana ha raccolto un grandissimo interesse da parte dei visitatori e dei media, soprattutto per via del suo design innovativo e anticonvenzionale che le dona un look divertente, frizzante e allegro. Questa city car elettrica difficilmente sarà prodotta in serie, ma resta un brillante esercizio tecnico e di stile. Al contrario, è molto probabile che nei prossimi anni Kia sviluppi una piccola auto elettrica da introdurre effettivamente sul mercato.

    Il responsabile del team di design europeo di Kia Motors, Gregory Guillaume, ha affermato: «I designer delle altre case costruttrici di solito vengono da me e mi dicono: “A me non sarebbe consentito nemmeno provare a creare qualcosa del genere”. E’ bellissimo poter lavorare con una simile libertà». L’obiettivo dichiarato è quello di rompere gli schemi nel mondo dell’industria automobilistica.

    Gli elementi più caratterisitici della Kia Pop sono i finestrini allungati e arrotondati e, soprattutto, l’originale sistema di apertura delle portiere. Anche gli interni sono più unici che rari, con un sedile da due posti e un’ulteriore poltrona posteriore diagonale per un eventuale terzo passeggero. Tutto in questa concept car è stato studiato appositamente, senza eredità dal classico stile Kia.

    Uno speciale display HUD si trasforma in uno schermo touch screen grazie all’uso di speciali LED trasparenti, che scompaiono quando non sono utilizzati. «Ci sono così tanti designer che cercano di dare alle loro creazioni un aspetto hi-tech, con tantissimi pulsanti e interruttori. Ma nella Kia Pop – ha spiegato Guillaume – c’è un bottone solo. Tutto il resto (audio, navigatore, climatizzatore) si controlla attraverso il touch screen animato».