Salone di Parigi 2016

Kia Sportage: prova su strada, prezzo, motori GPL e diesel [FOTO e VIDEO]

Kia Sportage: prova su strada, prezzo, motori GPL e diesel [FOTO e VIDEO]
da in Auto Ecologiche, Auto GPL, Bifuel, Fuoristrada e SUV, Kia, Kia Sportage, Prove auto su strada, Restyling
Ultimo aggiornamento: Venerdì 19/02/2016 15:16

    vista da davanti della kia (1)

    Questa volta l’oggetto della classica prova su strada è stata la nuova Kia Sportage. L’indicazione “Nuova” sta a suggerire che qualcosa è cambiato: infatti la sport utility coreana si è concessa dei leggeri trattamenti di bellezza, in modo da confermarsi nella sua posizione di rilievo nel segmento (seconda più venduta in Italia). Ma non finisce qui, dato che il facelift è condito anche dall’arrivo della versione Eco GPL+, aspetto che tratteremo più approfonditamente nel corso dell’articolo. Noi abbiamo avuto modo di effetturare il test sia con la versione bifuel a GPL che con la classica turbodiesel, in modo da mettere a confronto pregi e difetti dell’una e dell’altra. Andiamo a scoprire insieme com’è la nuova Sportage e come si è comportata.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Estetica

    Dobbiamo riconoscere che è cambiata molto poco esteticamente. Ma è logico che sia così, visto il successo riscosso dallo stile lanciato sul mercato nel 2010. I ritocchi sono stati mirati, pensati per portare una certa aria di novità: tanto per cominciare l’auto poggia su nuovi cerchi in lega, con misure differenti a seconda della versione. Il frontale prevede una nuova griglia a nido d’ape, leggermente più sportiva, mentre un occhio attento può anche notare la nuova antenna a pinna, in tinta con la carrozzeria. Un tocco di classe in più arriva dalla fanaleria posteriore, modificata nella geometria interna, adesso dotata di illuminazione a LED con effetto tridimensionale.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Interni

    Interni Kia Sportage 2014

    Lo stile interno della Kia Sportage non è cambiato, mentre possiamo trovare qualche novità in termini di finiture e qualità percepita. Del resto è passato già qualche anno dalla presentazione dell’attuale Sportage, con una concorrenza agguerrita che non sta certo ad aspettare nessuno. Basti pensare al recente arrivo della nuova Nissan Qashqai, tanto per dirne una. I progettisti di casa Kia sono andati ad intervenire sui pannelli porta, che adesso hanno un nuovo rivestimento superiore morbido al tatto, ma hanno anche cambiato la modanatura decorativa sulla plancia. Tutto questo è positivo, ma andando a verificare con più attenzione la qualità dei materiali scelti per l’abitacolo, possiamo ancora muovere qualche critica. Ad esempio le plastiche dei suddetti pannelli, oppure anche della plancia, seppur carine alla vista, al tatto hanno un aspetto un po’ economico. Buono, invece, il rivestimento in pelle dei sedili. Alti e bassi in definitiva, che in generale ci fanno dire che le manca ancora qualcosa per arrivare al livello delle concorrenti più blasonate, una su tutte la Ford Kuga.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Dimensioni e misure

    Bagagliaio Kia Sportage 2014

    Le dimensioni, ovviamente, non sono cambiate, trattandosi solo di un restyling molto marginale. Questo significa che la lunghezza totale resta di 4.440 millimetri, unita ad una larghezza di 1.855 mm ed un’altezza di 1.645 mm, il tutto con un interasse di 2.640 mm. Il bagagliaio è capiente e sa perfettamente assecondare le esigenze di una famiglia, grazie ad una capacità minima di 564 litri ed una massima di 1.353 litri, a patto di rinunciare ai sedili posteriori.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Scheda tecnica

    Kia Sportage 2014 motore GPL

    Il pianale della Kia Sportage è cambiato molto negli anni. La prima serie, quella del 1994, aveva un sistema 4×4 che nasceva da una trazione posteriore, quella di oggi da una anteriore. La taratura è comunque automobilistica, in modo che alla guida ci si senta come in una berlina. Per quanto riguarda le sospensioni, troviamo un MacPherson all’anteriore ed una geometria Multilink al posteriore. La gamma motori è articolata, poi, attorno ad unità benzina, bifuel (benzina e GPL) e diesel.

    Si parte con il 1.6 GDI a benzina, capace di 135 cavalli (99 kW) a 6.300 giri al minuto e 167 Nm di coppia motrice, sufficienti a farla scattare da 0 a 100 km/h in 11 secondi e mezzo, con una velocità massima di 178 km/h. Il consumo medio nel ciclo misto, dichiarato dalla Kia, è di 6,8 litri per 100 km.

    I turbodiesel sono due. Quello più piccolo è il 1.7 CRDi da 115 cavalli (85 kW) a 4.000 giri al minuto e 260 Nm, costanti tra i 1.250 ed i 2.750 giri/minuto. Le prestazioni prevedono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,3 secondi ed una velocità di punta di 173 km/h. Più generoso il 2.0 litri CRDi, declinato nelle versioni da 136 CV (100 kW) a 4.000 rpm e 320 Nm tra i 1.800 ed i 2.500 rpm oppure da 184 cavalli (135 kW) a 4.000 giri/minuto e 383 Nm a 1.800 – 2.500 giri/minuto. Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene rispettivamente in 10,8 e 9,8 secondi, mentre le velocità massime sono di 181 e 194 km/h. Parchi nei consumi i motori a gasolio, almeno stando a quanto dichiarato dalla casa: 5,3 litri/100 km per il 1.7, 6,0 e 6,1 litri/100 km per i 2.0 litri CRDi.

    Un discorso a parte merita il motore a GPL, un po’ il fiore all’occhiello della nuova gamma. Perchè? La risposta va scovata nella sigla del motore, ovvero LDI. Le tre lettere stanno per LPG (GPL, detto all’inglese) Direct Injection: l’1.6 litri della Kia è il primo motore ad iniezione diretta bifuel mai proposto con impianto di serie. Si tratta di un impianto molto sofisticato realizzato in collaborazione con la BRC, capace di iniettare il gas direttamente in camera di combustione. In questo modo migliora l’efficienza, seguendo un po’ i progressi già fatti con la medesima tecnologia applicata ai propulsori alimentati con carburanti tradizionali. Le prestazioni? 0-100 km/h in 11,5 secondi e velocità massima di 178 km/h, grazie ai 135 cavalli (99 kW) a 6.780 giri/minuto e 167 Nm a 4.600 giri al minuto. Il consumo di GPL si assesta su di un valore dichiarato di 8,8 litri per 100 km nel percorso misto. Il serbatoio del GPL ha una capienza di 45 litri, che consentono un’autonomia dichiarata di 380 km circa.

    Tutte le versioni montano di serie la trazione anteriore, mentre le 2.0 diesel hanno la trazione AWD integrale di serie. La versione top di gamma, la 2.0 CRDi Rebel da 184 CV viene offerta con il cambio automatico a sei marce al posto del manuale a sei velocità.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Prova su strada 1.6 Eco GPL+ 135 CV

    Prova su strada Kia Sportage EcoGPL

    Dopo averla ammirata e scoperta nelle sue caratteristiche, è giunto il momento di metterci al volante della nuova versione della Kia Sportage MY 2014, ovvero la 1.6 Eco GPL+ 2WD bifuel in allestimento Class, il più ricco. Dobbiamo riconoscere che dal vivo i cambiamenti si notano poco, ma c’è comunque una sensazione di novità che fa certamente piacere ed appaga l’occhio. Saliamo a bordo, chiudiamo lo sportello ed impostiamo il navigatore satellitare. Il sistema multimediale con schermo touch screen è abbastanza intuitivo e semplice nell’utilizzo: non abbiamo riscontrato nessun inconveniente durante il test ed ha fatto egregiamente il suo lavoro. Giriamo la chiave ed il millesei si avvia silenziosamente. La frizione, leggerissima, rende gradevole l’uso del cambio manuale anche a quelli che non lo amano particolarmente, che si caratterizza per innesti che entrano senza alcun tipo di impuntamento, anche se un po’ gommoso nella manovrabilità. La posizione di guida rialzata ci consente di avere una buona visuale su quello che ci circonda ed il tutto è ulteriormente migliorato dai grandissimi specchietti retrovisori, che permettono di tenere sempre sott’occhio ciò che ci succede attorno. Come spesso accade sulle sport utility dallo stile sportiveggiante, il lunotto posteriore è molto piccolo, ma la telecamera di retromarcia (di serie sulla Class) consente di dare un bell’aiuto nelle fasi di manovra.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Sembra una berlina alla guida…

    Muso Kia Sportage MY2014

    Abbiamo avuto modo di guidare la Sportage su di un percorso collinare, nelle strade vicino a Cherasco (dove c’è la sede della BRC), con dei paesaggi veramente spettacolari. Strade tutte curve, insomma, che hanno rivelato come la SUV coreana sia piuttosto simile ad una normale berlina nella guida, anche se aumentando il ritmo inizia a soffrire del baricentro alto e dell’inerzia che deriva da un peso di quasi 1.500 kg. Ma è anche normale: del resto chi è che compra un’auto così, per giunta a GPL, per farci le corse? Lo sterzo è leggero, ma potrebbe essere più preciso, dato che in curva richiede qualche intervento di correzione. Le prestazioni del motore sono esattamente in linea con le aspettative: l’auto si muove bene, ma senza alcuna velleità sportiva. Se dovete viaggiare spesso a pieno carico o vi piacciono le riprese brillanti, vi conviene optare per il 2.0 CRDi 184 CV (di cui parleremo nel paragrafo successivo).

    Passiamo al capitolo comfort: la Sportage è ben insonorizzata e silenziosa, con sedili ampi e comodi ed una taratura delle sospensioni che assorbe bene le asperità del fondo stradale. Dobbiamo muovere una critica per quanto riguarda l’assemblaggio di alcuni componenti, dato che si sentiva qualche rumorino e scricchiolio. Una nota spiacevole per un’auto appena uscita di fabbrica con appena 600 km all’attivo. Possiamo, infine, spendere parole di elogio per l’impianto di climatizzazione automatico bizona, che assicura una temperatura sempre ideale nell’abitacolo.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Prova su strada 2.0 CRDi 184 CV

    Prova su strada Kia Sportage 2.0 CRDi 184 CV Rebel

    Scendiamo dalla 1.6 GPL e ci apprestiamo a provare su strada un’altra versione, la Kia Sportage 2.0 CRDi 184 CV AWD Rebel. Questo modello è il top di gamma, dotata di trazione integrale, cambio automatico, dell’allestimento più ricco e del cambio automatico. Insomma: tutto quello che ha da offrire la Kia è stato condensato in questo esemplare. L’avviamento, questa volta, è a pulsante: il turbodiesel fa sentire maggiormente la sua voce rispetto all’1.6, ma è comunque ben insonorizzato. Le prestazioni offerte dai 184 cavalli e 383 Nm sono molto brillanti: basta affondare il piede sull’acceleratore per ricevere una risposta pronta, sufficiente a garantire sorpassi in tutta sicurezza, con il cambio automatico che asseconda bene il guidatore, anche se in fase di kick down talvolta non è proprio fulmineo nella scalata. La ripresa è vigorosa ed il motore sembra nato per la Sportage. Tutto quanto detto per l’altra variante in termini di comfort, visibilità e guidabilità si può tranquillamente ripetere per la turbodiesel. L’unico dettaglio aggiuntivo riguarda il 4×4, che garantisce più presa in curva ed una maggiore trazione.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    Posteriore Kia Sportage 2014 restyling

    Prezzo

    1.6 GDI ACTIVE 2WD: € 20.250

    1.6 GDI COOL 2WD: € 21.750

    1.6 Eco GPL ACTIVE 2WD: € 22.750

    1.6 Eco GPL COOL 2WD: € 24.250

    1.6 Eco GPL CLASS 2WD: € 25.750

    1.7 CRDI VGT ACTIVE 2WD: € 22.750

    1.7 CRDI VGT COOL 2WD: € 24.250

    1.7 CRDI VGT CLASS 2WD: € 25.750

    2.0 CRDI VGT Pure REBEL AWD: € 27.250

    2.0 CRDI VGT Feel REBEL AWD: € 30.250

    2.0 CRDI VGT Feel REBEL AWD 135kW: € 30.750

    2.0 CRDI VGT REBEL AWD 135kW: € 36.250

    Dobbiamo segnalare che sui prezzi di listino vengono applicate delle riduzioni in fase di lancio del facelift. In particolare si parla di uno sconto di 2.500 euro su tutte le versioni, con un’ulteriore riduzione di 1.000 euro se si permuta un usato qualsiasi (non ci sono discriminazioni di modello) e si acquista un modello della gamma Rebel. Volendo si può acquistare la nuova Kia con formula di pagamento ratealizzato a partire da 220 euro al mese. Ricordiamo che di serie ci sono 7 anni di garanzia, che copre anche l’impianto a GPL sulle versioni bifuel.

    MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA MARZO 2016

    2221

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI