Salone di Parigi 2016

La BYD auto subisce un sequestro degli impianti

La BYD auto subisce un sequestro degli impianti

La BYD, casa cinese di automobili, ha subito un sequestro di ben sette stabilimenti di produzione auto da parte del governo cinese

da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    byd f8

    La Byd ha subito un sequestro di diversi stabilimenti. In particolare, si tratta di ben sette stabilimenti della casa d’auto cinese BYD, all’interno della quale partecipa anche il miliardario americano Warren Buffett, con un capitale pari al 10%. Il governo cinese, per mano del suo Ministero del Territorio e delle Risorse, ha voluto procedere col grave provvedimento contro la fabbrica perchè, a suo dire, la stessa aveva occupato in modo abusivo il suolo su cui sono state create le catene di montaggio, sul terreno dello Xian, nel territorio della capitale dello Shaanxi.

    Il governo afferma che quei terreni avrebbero dovuto essere adibiti ad agricoltura, non ad industria. L’estensione degli stabilimenti si estende per il 92% della superficie interessata all’ordinanza. La BYD, dal canto suo, afferma di avere acquistato aree per 454 mila metri quadri direttamente dall’agenzia per lo sviluppo economico di Xian.

    Tuttavia, voci interne all’azienda dicono che il provvedimento non influirà sulla produzione delle autovetture.

    Ciononostante, diversi analisti del settore auto hanno affermato che ci saranno dei dubbi sulla produzione della BYD a breve termine e nel prossimo anno. La casa cinese produce almeno 600.000 auto all’anno. Quello che è sicuro, è che l’azienda avrà una produzione limitata ed una bassa capacità di espansione.

    Infatti, la BYD aveva deciso di avviare un programma di espansione che, adesso, ne risulta compromesso. Aveva in mente, infatti, di aprire una nuova fabbrica nella Xian, per raddoppiare la capacità di produzione dell’impianto già esistente.

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI