La Fiat Topolino del…. Santo

La Fiat Topolino del…. Santo
da in Auto d'epoca, Curiosità Auto, Fiat
Ultimo aggiornamento:

    Fiat Topolino

    Se non vi accontentate più di sapervi credenti di Padre Pio potendolo dimostrare soltanto per qualche immaginetta o vetrofania da esporre con le effige del Santo con le stimmate, qualcosa per voi di più tangibile esiste eccome….
    Certo, la Fede è tutt’altra cosa e non ha certo bisogno di ostentazione alcuna, anzi, il limite per sconfinare nel blasfemo è tanto sottile quando si vuole a tutti costi dimostrare la propria propensione verso una dottrina che rischiare il fanatismo è cosa facile. Ma, senza neanche tentare di provare ad analizzare cosa spinge una persona più di un’altra ad immergersi in una credenza, quale essa sia, la notizia di cui abbiamo avuto prova è sicuramente curiosa e, al contempo, densa di significato.

    Su E-Bay, noto sito di asta on line, dove è possibile vendere oggetti diversissimi, è stata messa in vetrina una curiosissima Fiat Topolino 500 del 1936 dal costo pazzesco, 950.000 euro che un tempo si leggevano…. 2 miliardi di lire, quasi!

    Ma come mai una così immane montagna di soldi per un’auto d’epoca, interessante quanto si vuole, rara, sicuramente, ma esageratamente costosa? Perché nella mitica utilitaria del dopoguerra è compresa la benedizione del Santo di Pietralcina, che, a quanto parrebbe, l’ha utilizzata, a sua volta, per recarsi a somministrare l’ultima unzione ad un morente.

    Si fughino anche certe ritrosie circa l’eventualità che il tutto sia una bufala e che di una semplice utilitaria d’epoca, con prezzi sicuramente più bassi, si possa trattare; la Topolino in questione è davvero la stessa utilizzata dal Santo, lo dimostrerebbe la “dichiarazione scritta ed autenticata” dal Funzionario Delegato del Comune di Trevi (Pg) che ha avuto in custodia l’auto fino ad oggi, così come, la vendita, fino al prossimo 3 marzo, che potrà avvenire anche con la formula “Contatto Diretto”, ovvero l’inedita possibilità offerta da E-Bay, che consente la compravendita di persona, da parte della signora Aloisa Panphili, “prima figlia spirituale di Padre Pio”, la quale è in possesso di una sorta di dichiarazione scritta di proprio pugno dalla signora che all’epoca assistette alla benedizione dell’auto da parte del Santo.

    Detto ciò, l’asta è aperta!

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaCuriosità AutoFiat
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI