La Ford Futura rappresenta già il presente

da , il

    La nuova Ford Futura

    Son passati quasi cinquant’ anni dalla prima Lincoln, adesso Ford ci riprova con un’ auto che si ispira, nel concetto, alla lontana fortunata vettura anni sessanta che la precedette, il nuovo modello si chiamerà Futura e sarà destinata a sostituire la Taurus, a partire dal prossimo anno.

    Secondo indiscrezioni, la nuova nata, monterà un sei cilindri, nella versione più potente e un quattro in quella più piccola, avrà una trasmissione variabile CVT e sarà offerta con alimentazione ibrido diesel-elettrico. Dieci, almeno, le versioni disponibili, per una sfida che Ford si appresta a lanciare, prevedendo un volume di vendita, almeno, di 800.000 vetture nei primi anni dal debutto. Tante le concorrenti per la Futura, una fra tutte, la Passat della Volkswagen che, soprattutto con gli ultimi modelli, cercherà di sbarrare la strada alla Casa americana. Per la Futura, è possibile una collaborazione da parte della giapponese Mazda, nella produzione di parte della meccanica. Confort, prestazioni, spazio interno, sono gli elementi di punta cui si baserà Ford nella difficile sfida che si appresta a compiere. Anche le motorizzazioni, miste alla vasta gamma di possibilità di scelta offerte alla clientela, dovrebbero essere elementi a favore della Futura. L’ auto, a meno di cambiamenti dell’ ultima ora, dovrebbe essere prodotta nei nuovi stabilimenti di Atlanta.