La Lada a Ginevra, si stacca dal passato e strabilia

da , il

    La Lada a Ginevra, si stacca dal passato e strabilia

    A Ginevra una bella novità si presenterà ai numerosi presenti della kermesse automobilistica e riguarderà una marca che da sempre siamo stati abituati a considerare come sinonimo di auto robusta, ma sicuramente fatta in economia e da tempo ormai, abbastanza obsoleta.

    Parliamo di Lada e già scorgendo le foto che alleghiamo, dovremo ricrederci su tutto riguardo questo marchio automobilistico, innanzitutto il design è quanto mai moderno così come le doti meccaniche e prestazionali che l?avvicinano quanto mai alle moderne vetture occidentali.

    La futura compatta russa, che è ancora una concept car sulla cui commercializzazione parrebbero non esserci dubbi, inizialmente verrà venduta solamente in Spagna, per poi passare ad una più capillare commercializzazione che riguarderà l?Europa Occidentale.

    Interessanti le dimensioni che la rendono una vettura medio-grande, visto che misurerà, in lunghezza, 4 metri e 20 centimetri e 1 metro e 83 in larghezza, con un?altezza di oltre 1 metro e mezzo. Da qui soltanto si evince che il costruttore ha puntato molto sull?abitabilità portata a livelli alti, uno sguardo agli interni per renderci conto che stavolta i russi vogliono proprio fare sul serio e al confort di marcia caratterizzato anche da una linea molto attuale e moderna.

    Per quanto riguarda i propulsori, c?è da dire che allo stato delle cose le notizie non sono ancora precise, in mancanza di comunicazioni ufficiali al riguardo, tuttavia, ci sentiamo di affermare che, almeno inizialmente, sarà privilegiata una prima motorizzazione che prevedrà un propulsore di 2,0 litri a gasolio con una potenza sicuramente adeguata che consentirà alla vettura di raggiungere una velocità massima di 200 km/h?. Stando così le cose, omplimenti, dunque, al costruttore sovietico.