L’Alfa 159 in dotazione anche ai Carabinieri

La 159 ai Carbinieri

da , il

    Alfa 159

    Sempre più forte il legame di Alfa Romeo con i Carabinieri, ancora rinnovatosi, con l?adozione della Nuova Alfa 159 utilizzate quali ?gazzelle? in dotazione all?Arma. Già la Polizia aveva ricevuto qualche tempo fa l?analoga vettura, subito utilizzata quale ?Pantera? per i servizi di controllo del territorio.

    In particolare, la 159 in dotazione all?Arma e alla Polizia, sarà equipaggiata con motore da 2,4 litri JTDM a 20 valvole in grado di erogare ben 200 cavalli di potenza, parliamo dunque di un potente turbodiesel con cambio manuale a sei marce.

    L?auto si caratterizza per una potenza ai vertici della categoria di appartenenza, per un?elasticità di marcia notevoli e per le ottime doti di accelerazioni. L?auto, direttamente equipaggiata nello stabilimento di produzione, viene dotata al meglio, con ABS, EBD, Climatizzatore automatico bi-zona, airbag frontali, laterali a tendina e per le ginocchia e VDC, ovvero il dispositivo che consente il controllo dinamico della vettura.

    Ognuna delle due Alfa, a seconda dei corpi di appartenenza, avrà delle dotazioni peculiari a seconda del reparto che la riceve in dotazione, diversi, chiaramente i colori, quella dei Carabinieri seguirà il classico blu notte già presente in tutte le altre vetture. Le 159 in dotazione, inoltre, sono provviste di vetro antisfondamento, isolamento dei sedili anteriori dai posteriori con paratia di sicurezza, comandi di bloccaggio finestrini e portiere posteriori, sulle quali è possibile agire solo dai sedili anteriori reso necessario per il trasporto di arrestati, particolarmente scalmanati.

    Come già visto sulla 156, un particolare pannello luminoso a scomparsa, segnalerà le emergenze e le eventuali restrizioni al traffico in caso di incidente o particolari condizioni atmosferiche, così come sul tetto dell?auto v?è la presenza di un faro orientabile e di luci di emergenza. Infine, largo spazio alla spazio per la dotazione di armi da riporre in appositi vani, cui si aggiungono vari apparati in dotazione, compreso il computer portatile, il lettore automatico delle targhe e, in fatto di sicurezza, uno speciale serbatoio antiesplosione, anche quando un eventuale scoppio è partito all?interno dell?abitacolo.