Lamborghini punta tutto sul carbonio

Lamborghini ha deciso che le sue future vetture dovranno essere tutte costruite in fibra di carbonio

da , il

    carbonio

    Lamborghini punta tutto sul carbonio. La tecnologia, ormai, è del tutto sicura e super brevettata. La casa del Toro ha anche inaugurato il suo centro di ricerche sui materiali compositi, allestito a Sant’Agata Bolognese, proprio nel cuore della produzione Lamborghini. Si tratta di una struttura che è stata realizzata su di una superficie di oltre 2500 metri quadrati, all’interno della quale lavorano circa 30 addetti, fra ingegneri e tecnici specializzati. Il gruppo è tutto costituito da esperti che seguono il nuovo processo di costruzione delle autovetture, che dovrebbero basarsi sulla fibra di carbonio, in futuro.

    Lo afferma anche l’amministratore delegato Lamborghini, il quale dichiara che “lo sviluppo costante di questa tecnologia sarà la chiave della nostra strategia. Il rapporto tra peso e potenza sarà un parametro da seguire in quanto, per il futuro, ci saranno delle leggi rigide da rispettare, per abbassare l’inquinamento e, di conseguenza, la potenza dei motori.

    Cosicché si lavorerà sul peso delle vetture”. Utilizzare la fibra di carbonio, dunque, dovrebbe consentire, ad una casa come Lamborghini, di essere sempre all’avanguardia nel settore delle supercar. Il suo nuovo centro di ricerca, del resto, è dotato di attrezzature di prim’ordine, come una pressa da 1000 tonnellate per la modellatura delle componenti.

    Non solo, ma la fabbrica dispone anche di un sistema che permette di utilizzare una pressione minima ed a bassa temperatura per forgiare componenti in fibra di carbonio. Lamborghini ha creato anche un nuovo show-room a Milano, dove è sempre presente un esemplare della LP 570-4, versione al top della gamma della Lamborghini Gallardo.