NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Lancia Flavia Sport Zagato: rivoluzione viaggiante dell’epoca

Lancia Flavia Sport Zagato: rivoluzione viaggiante dell’epoca

La Lancia Flavia Sport Zagato fu un'auto capace di rivoluzionare il mercato per vetture del genere che si distinsero anche in ambito sportivo accrescendo i consensi di pubblico

da in Auto d'epoca, Auto sportive, Lancia
Ultimo aggiornamento:

    La-Lancia-Flavia-Sport-Zagato-del-1962

    Dire che la Lancia Flavia Sport disegnata da Zagato fosse pure bella è forse un po’ ardito, ma gli anni che ci separano dal suo debutto ci fa essere oggi più benevoli verso questa vettura al punto che non ci sentiamo di dire che quest’auto fosse esteticamente brutta in assoluto, semmai era singolare lo stile che la Casa automobilistica impresse nella Flavia in questione e così nel tempo nei confronti di questa è subentrata l’obiettività che ha posto in essere tutti gli elementi che a quel tempo chi la progettò volle mettere in atto per rendere la Lancia Flavia Sport Zagato non certo una campionessa in fatto di immagine, ma semmai una vera e propria rivoluzione viaggiante.

    Una rivoluzione che nella Lancia Flavia Sport Zagato cominciava proprio dalle sue forme in ossequio a rigidi modelli di tipo aerodinamico che rispetto a quanto fatto da altri designers del tempo pose l’auto in una posizione sicuramente di rilievo. E così, occhio a questa vettura dove si rileva l’eccentricità delle forme della calandra quasi incastonata in mezzo ai quattro fari, due per lato, il tutto in uno stile tutto sui generis per allora, comprese le fiancate soprattutto verso la parte posteriore dell’auto che in qualche modo inducevano ad un certo sconcerto, come la stessa impressione la vettura la trasmetteva guardando il montante posteriore, un vero e proprio cassone che sembrava avvolgere l’auto così priva di grazia e di stile.

    Eppure la vettura godette di un grande successo, magari non in fatto di vendite come vedremo, il vero successo le giunse in ambito sportivo e questo fatto l’aiuto non poco ad accrescere i consensi in tutto il pubblico lancista dell’epoca.

    La-Lancia-Flavia-Sport

    La Lancia Flavia Sport fece la sua prima comparsa al Salone dell’Auto di Ginevra nel 1962, curiosa anche per la disposizione dei posti, due anteriori e uno posteriore centrale, successivamente tale disposizione fu sostituita dalla Casa da una più pratica soluzione di 2+2 posti.

    In fatto di meccanica la vettura montava un quattro cilindri boxer di 1.500 cc. di cilindrata da 78 fino a 100 cavalli di potenza con la possibilità per la vettura di raggiungere una velocità massima di 180 km/h il tutto per un’auto di appena una tonnellata di peso ed anche in questo la vettura era rivoluzionaria, vista la carrozzeria realizzata per lo più in alluminio.

    Si dovette aspettare un anno per scoprire il modello con un motore di maggiore cilindrata di 1.800 cc. da 105 cavalli di potenza e con la possibilità di raggiungere i 190 km/h; in ambito alle prestazioni merito va ascritto anche al cambio a quattro marce manuale.

    Una vettura che col tempo finì per piacere ai veri lancisti, eppure, in tutte e due le versioni in cui fu prevista, quest’auto non superò mai i settecento esemplari venduti. Oggi, se qualcuno ha la possibilità di trovarla dovrà sganciare anche 25 mila euro e se consideriamo che a dispetto dell’età e dell’epoca in cui la vettura fu prodotta, la Flavia Sport non è mai stata soggetta a corrosione dei lamierati, si capisce bene che a quel prezzo l’affare è sempre in agguato, posto che si riesca mai a trovare un’auto del genere.

    610

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto d'epocaAuto sportiveLancia
    PIÙ POPOLARI