Lancia Gamma Grancoupé, render di Argentieri

Lancia Gamma Grancoupé, render di Argentieri

Lancia Gamma Grancoupé è l'idea di Aurelio Argentieri per un prodotto elegante, raffinato, con carrozzeria due porte e quattro posti a bordo

da in Auto 2014, Coupè, Lancia, Rendering Auto
Ultimo aggiornamento:

    E’ un destino segnato, quello del marchio Lancia. Eppure, c’è chi non si rassegna e sogna una Lancia Gamma Grancoupé, immaginata in un render di Aurelio Argentieri. Di fatto, sul mercato si continuerà a vivere della sola Ypsilon e nessun piano a medio termine è stato previsto per il rilancio. La scelta di Argentieri ricade su un modello che rispecchi l’eleganza e classe dei prodotti Lancia di un tempo, tanto da ribattezzare Gamma quella che ha le proporzioni e forme di una grancoupé.

    | LEGGI ANCHE: I MODELLI STORICI DI LANCIA |

    Declinata anche in versione cabriolet, sfoggia dettagli che richiamano la Gamma prodotta tra il 1976 e il 1984, poi rimpiazzata dalla Thema. Altri tempi, altre fortune, altro tutto, a partire dal successo nei rally e prodotti culto come la Delta.
    La piattaforma immaginata da Argentieri per realizzare la Gamma grancoupé è quella della futura Giulia, per un prodotto di segmento premium, che si inserisce come proposta raffinata e ricercata, alternativa alle grancoupé più sportive.

    Il frontale richiama la prima Gamma nella forma della calandra, mentre i gruppi ottici sono inseriti in fessure e tagli appena accennati. Colpisce l’altezza ridotta dell’auto, così come la fiancata dai volumi netti: il cofano motore e il bagagliaio, separati da una cellula dell’abitacolo poggiata sulle spalle bombate dei passaruota posteriori. Bella la scelta di un lunotto posteriore molto ampio, con tanta luce da far filtrare all’interno.

    Sulla coda, invece, traspare il lato più aggressivo, con gruppi ottici a freggia e un profilo a contrasto sotto la targa, idealmente a richiamare le griglie di sfogo dell’aria calda proposte sulle sportive a motore centrale.

    E’ un render interessante, testimonianza di quanto il pubblico e gli appassionati ancora abbiano a cuore il marchio Lancia. Peccato che il mercato e gli spazi di manovra siano decisamente ristretti e all’orizzonte non si prospetti nulla di decisivo per la gloriosa casa torinese.

    Fabiano Polimeni

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014CoupèLanciaRendering Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI