Lancia Haizea, vediamo di capirci un po’ di più…

da , il

    Lancia Haizea, vediamo di capirci un po’ di più…

    Dopo aver già parlato della Lancia Haizea e dell’interessante significato del suo nome (vento, in lingua basca), possiamo ammirare ora i rendering del concept realizzato dall’Istituto Europeo di Design di Torino che verrà presentato al Salone di Ginevra. Grazie a queste nuove immagini, si può meglio capire come presenterà esteticamente il prototipo.

    L’elemento di maggior spicco è l’abbinamento di rette con linee curve, di spigoli vivi con superfici arrotondate, di volumetrie abbondanti con spazi vuoti dove ci si attenderebbe il contrario. Il frontale è forse la parte più innovativa dal punto di vista stilistico, così caratterizzata da gruppi ottici sottili, cofano dominato da una prominente gobba, paraurti meno prominente della calandra sporgente, al centro.

    Vista lateralmente, sembra quasi sbilanciata poiché l’abitacolo è poco arretrato rispetto ai canoni attuali, facendo apparire l’auto come se fosse protratta in avanti. Spiccano i cerchi in lega a sei razze a specchio, sormontati da rigonfi passaruota.

    Anche nel posteriore vi sono alcuni elementi stilistici notevoli. Oltre alla linea del montante posteriore, spiccano le linee squadrate che denotano la coda dell’auto; questa ultima include i gruppi ottici posteriori, incastonati da morbide linee curve. La fanaleria stona quasi rispetto al concetto futurista del resto dell’auto perché ricorda molto quella dell’attuale Ypsilon, mentre sarebbe stata più armonizzata una doppia linea di led.