L’Aston Martin DBRS9 si fa onore, pur se a… bioetanolo

da , il

    Altro che benzina o gasolio, uno sguardo a quanto è accaduto appena 3 giorni fa è sufficiente per farci ricredere circa i vantaggi di una energia non del tutto ricavata dal gregio.

    Infatti, un?Aston Martin DBRS9 alimentata a bioetanolo in Inghilterra s?è fatta onore, vincendo il campionato GT di quella nazione presso il circuito Snetterton con l?equipaggio formato Drayson e Jonny Cocker.

    La vettura deriva dalla Prodrive e dalla Racing e si fonda direttamente sulla DB9 Stradale, monta un propulsore di 6,0 litri a 12 cilindri con cambio sequenziale e modifiche alla centralina elettronica.

    Il motivo della gara, dimostrare la bontà del bioetanolo e convincere il mercato di come non vi sia differenza con altri tipi di carburante, al di là dell?impatto ambientale che per il bioetanolo è di gran lunga più basso e affrancherebbe gli Stati in misura sensibile dal petrolio.