Le 10 auto che consumano meno: caratteristiche e prezzo [FOTO]

Tante le auto che promettono consumi ridotti, ma quali sono quelle che consumano meno? Scoprile qui nella nostra top ten!

da , il

    Oggi scopriamo le 10 auto che consumano meno. Viste le continue tassazioni ed i rincari sul prezzo dei carburanti, questo non è un periodo propriamente roseo per il mondo dell’auto. Per questo motivo son sempre più gli automobilisti che ultimamente optano per vetture dai consumi ridotti che consentono di risparmiare qualcosa a fine mese.

    Le case automobilistiche ultimamente investono maggiormente su questo settore soprattutto per rispettare le normative europee antinquinamento che hanno fissato una soglia di emissioni di CO2 massima per marchio in base alla potenza delle autovetture a listino. Una tecnologia che prende sempre più piede è quella di abbinare uno o più motori elettrici ai tradizionali motori endotermici: si aumentano le prestazioni riducendo le emissioni ed i consumi e quindi è come se si andasse ad aumentare la resa del propulsore.

    Andiamo quindi a scoprire quali sono le 10 auto che consumano di meno.

    Toyota Prius

    L’auto che consuma meno non poteva non essere la Toyota Prius! Nella versione Plug-In la Casa giapponese dichiara un consumo medio nel ciclo combinato di ben 47.6 chilometri con un litro!

    Come fa a consumare così poco? Grazie all’ottimizzazione del sistema ibrido che è stato riprogettato per sfruttare al massimo la modalità elettrica: sostanzialmente troviamo un pacco batterie agli ioni di litio maggiorato rispetto a quello delle versioni standard e qualche modifica alle centraline.

    Tutta questa tecnologia però si fa pagare cara, il prezzo di listino per la Toyota Prius Active Plug-In è di 40.250 euro. Se vi accontentate di un consumo medio di 25.6 chilometri con un litro vi basterà optare per la base HSD Active, venduta al prezzo di 27.800 euro.

    Renault Clio

    Secondo gradino del podio per la quarta generazione della Renault Clio che con la motorizzazione 1.5 dCi turbodiesel da 90 cavalli di potenza dotata di dispositivo Start&Stop promette un consumo medio di 31.3 chilometri con un litro. Risultato ottimo e fino a qualche anno fa impensabile per una utilitaria da 4 metri e più di 1000 kg di peso. Questa versione è venduta al prezzo di 17.500 euro.

    Volkswagen Polo

    A pari merito con la francese troviamo l’utilitaria Made in Germany fresca di restyling, stiamo parlando della Volkswagen Polo. Abbinata alla motorizzazione 1.4 TDI e nella variante BlueMotion, la Polo percorre 31.3 chilometri con un litro di gasolio ed è venduta ad un prezzo di 16.700 euro. Con il recente restyling ha ricevuto ritocchi alla carrozzeria ma soprattutto nuovi materiali e finiture più curate per gli interni, che ora assomigliano a quelli della sorella maggiore Golf 7.

    Toyota Yaris

    Posto per un altra giapponese nella nostra classifica, ora è la volta di Toyota Yaris Hybrid. Spinta da un quattro cilindri da 1.5 litri di cilindrata ed abbinato al sistema HSD derivato da quello della sorella Prius, la piccola con gli occhi a mandorla percorre ben 30.3 chilometri con un litro di benzina. Venduta al prezzo di 17.650 euro, la Yaris ha ricevuto un aggiornamento a luglio 2014 che ne ha aggiornato le linee e migliorato le finiture interne. Il cambio è un automatico a variazione continua di rapporto, lo stesso che può equipaggiare anche la 1.3 VVT-i.

    Ford Fiesta

    Altra vettura che consuma poco è la Ford Fiesta. Equipaggiata con il turbodiesel 1.6 TDCi nella variante Econetic promette un consumo medio di 30.3 chilometri con un litro. L’utilitaria dall’ovale blu ha ricevuto tanto dall’ultimo restyling datato dicembre 2012: tanta la tecnologia a bordo tra cui spicca il Ford SYNC che permette di comandare l’impianto di infotainment mediante comandi vocali e di inviare sms dal proprio smartphone senza staccare le mani dal volante. Con questo motore è venduta al prezzo di 16.250 euro.

    Citroen C4 Cactus

    A sorpresa troviamo anche Citroen C4 Cactus nella classifica delle auto che consumano meno. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il crossover francese ha consumi contenuti con qualsiasi motore grazie al peso contenuto. In particolare se equipaggiato con il 1.6 BlueHDi il consumo medio dichiarato è di 29.4 chilometri con un litro. Merito appunto del peso contenuto a 1070 chilogrammi. Con questo motorizzazione il C4 Cactus è anche scattante e risulta agile nelle metropoli: molto buono lo sterzo, i 4 metri e 16 centimetri di lunghezza quasi non si sentono in manovra. Il prezzo è di 18.250 euro.

    Citroen C3

    Con la stessa motorizzazione della sorella C4 Cactus anche la Citroen C3 (e la DS3 visto che praticamente ne è la variante a tre porte) ha consumi davvero ridotti. L’utilitaria francese pesa 1089 kg e percorre 29.4 chilometri con un litro di gasolio nella versione e-HDi equipaggiata con cambio robotizzato a 5 rapporti CMP. Il prezzo è di 17.250 euro.

    Mini

    Tutta nuova, l’ultima generazione della Mini è spinta da propulsori molto efficienti. Tra questi per consumi spicca il 1.5 litri a gasolio della One D, per il quale il marchio del Gruppo BMW dichiara un consumo medio di 29.4 chilometri con un litro. Niente male per un turbodiesel da 95 cavalli di potenza che raggiunge i 190 chilometri orari. Il prezzo di listino è di 19.900 euro.

    Peugeot 208

    Non manca anche l’utilitaria d’Oltralpe che piace per il suo design originale, soprattutto all’interno dove colpisce il volante dal diametro ridotto ed il quadro strumenti posizionato molto in alto sul cruscotto. La Peugeot 208 nella versione e-HDi ETG5 è spinta da un propulsore a gasolio da 1.4 litri di cilindrata e da 68 cavali di potenza che è abbinato ad un cambio robotizzato a cinque rapporti. Con questo motore la Casa francese dichiara un consumo medio di 29.4 chilometri con un litro. E’ venduta al prezzo di 16.800 euro.

    Alfa Romeo MiTo

    Infine posto anche per la Alfa Romeo MiTo che con la motorizzazione 1.3 JTDm da 84 cavalli di potenza promette un consumo medio nel ciclo misto di 28.3 chilometri con un litro ed un autonomia massima di 1287 chilometri. Aggiornata a maggio 2013, la piccola italiana ha una linea sportiva e deriva dal pianale della Fiat Punto. Nella versione sopracitata è venduta al prezzo di 17.750 euro.