NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le 10 auto meno costose sul mercato: la classifica

Le 10 auto meno costose sul mercato: la classifica

Ecco la classifica delle auto più economiche sul mercato. Attenzione però: parliamo di allestimenti base, a cui servono delle aggiunte molto spesso. Ecco a voi le 10 auto meno costose.

da in Auto 2017, Auto Economiche, Auto nuove, Classifiche auto
Ultimo aggiornamento:
    Le 10 auto meno costose sul mercato: la classifica

    Scopriamo la classifica delle auto meno costose sul mercato in Italia. Per tanti è solo un mezzo di trasporto necessario, che se potessero farne a meno ci rinuncerebbero volentieri. Le 10 auto meno costose in Italia potrebbero essere la risposta per chi cerca un modello da “battaglia”, spartano, senza fronzoli e che svolga lo sporco lavoro, un po’ come un mulo o una biga a motore.
    Quale auto costa meno di tutte? Sfogliando il listino ufficiale delle case, abbiamo selezionato le alternative più convincenti e a buon mercato. E’ d’obbligo, tuttavia, segnalarvi che facciamo riferimento ai prezzi pieni, senza considerare la scontistica e le promozioni perennemente in atto. Iniziamo a sfogliare la top ten delle auto più convenienti del momento, fino alla vincitrice del “premio” auto meno costosa 2017.

    10. Nuova Renault Twingo

    Renault Twingo auto più economiche

    Prezzo: 10.400 euro. Al nono posto della classifica troviamo la nuova Twingo proposta ad un prezzo competitivo, che anche se non offre particolari dotazioni di serie, è altrettanto vero che siamo di fronte a un progetto di ultima concezione, con un design piacevole e la caratteristica della trazione posteriore. Per arricchire di contenuti, tuttavia, la versione con motore 1.0 da 70 cavalli si deve mettere mano al portafoglio.

    9. Ford Ka

    Prezzo: 10.500 euro. Nata sul pianale della Fiat 500, con la quale condivide la meccanica, la seconda generazione della Ford Ka non ha avuto lo stesso successo dell’innovativa antenata. Divertente da guidare, è disponibile con un collaudato quattro cilindri 1.2 da 69 cavalli a benzina, proposto anche con doppia alimentazione benzina/GPL.

    8. Hyundai i10

    Prezzo: 10.330 euro. Citycar dall’abitacolo spazioso e dal grande baule, la Hyundai i10 è comoda per quattro persone e si fa apprezzare per le sospensioni morbide e l’insonorizzazione curata. Silenziosi e parchi nei consumi i motori a benzina, disponibile anche un 1000 a doppia alimentazione benzina/gpl. A 10.000 euro è offerta la seconda generazione della Peugeot 108, anch’essa nata dallo stesso progetto con la Citroen C1 e la Toyota Aygo.

    7. Skoda Citigo/Seat Mii

    Prezzo: 10.200 euro. Questo il prezzo per portarsi a casa una versione base della Skoda Citigo. Per la gemellina Seat Mii, invece, servono 10.600 euro. Condividono tutto con la più “prestigiosa” VW Up! rispetto alla quale costano quasi 2000 euro in meno. La razionalità detta la scelta, con piccoli accenti di design a distinguere le tre versioni. A voi la scelta.

    6. Citroen C1

    Prezzo: 9.950 euro. Citroen C1 è la prima a restare sotto la soglia delle cinque cifre e risulta più economica rispetto alle sorelle Peugeot 108 e Toyota Aygo con le quali condivide la meccanica ed altri particolari. Si fanno apprezzare in città i motori a benzina aspirati e le dimensioni micro, con appena 3 metri e 47 centimetri di lunghezza. Il bagagliaio è piccolo, ma meno rispetto a tante altre concorrenti.

    5. Opel Karl e Dacia Dokker

    Prezzo: 9.900 euro. Fa meglio di appena 50 euro Dacia Dokker, una delle auto più economiche 2017. La proposta di casa Dacia è una multispazio con abitacolo comodo per cinque persone e baule davvero ampio: la capacità di carico minima è di 800 litri, aumentabili fino a 3000. Fino a poco tempo fa si trovava allo stesso prezzo anche l’Opel Karl, oggi a partire da 10.050 euro. Una citycar senza fronzoli con cinque porte, una linea equilibrata ed un abitacolo molto spazioso in rapporto alle ridotte dimensioni esterne (la lunghezza è di 3 metri e 68 centimetri).

    4. Suzuki Celerio

    Prezzo: 8.990 euro. Erede della Alto, la Suzuki Celerio punta tutto sulla praticità e sullo spazio a bordo in rapporto alle ridotte dimensioni esterne. I motori brillanti e la lunghezza di 3 metri e 60 centimetri la fanno stare a suo agio anche nelle metropoli trafficate dove si guida bene, grazie allo sterzo ben tarato ed al cambio preciso. Disponibile anche con la doppia alimentazione benzina/gpl.

    3. Dacia Logan MCV

    Prezzo: 8.700 euro. Chi l’ha detto che dovete accontentarvi di una piccola auto da città? Si può spendere pochissimo e avere tanto tanto spazio, come una station wagon di segmento superiore. La Dacia Logan MCV non sarà bellissima – specialmente al posteriore – ma che importa se potete caricare ben 573 litri di bagagliaio? Certo, la motorizzazione è quella che è, un benzina aspirato 1.2 da 73 cavalli un po’ datato, ma per chi si accontenta è di sicuro l’auto più spaziosa e comoda al minor prezzo disponibile sul mercato.

    2. DR Zero

    Dr Zero auto più economiche

    Prezzo: 8.480 euro. L’avventura DR nasce in Molise e prova a resistere su un mercato più che mai competitivo con la Zero, offerta a poco più di 8000 euro. Cinque porte, motore mille da 69 cavalli e un bagagliaio onesto per un’auto da 3 metri e 56. Certo sappiate del valore residuo pressoché nullo di un tale modello. Non siamo di fronte a una Panda, tanto per fare un esempio. Il vantaggio è che si acquista un’auto nuova al prezzo di un’utilitaria usata.

    1. Dacia Sandero

    Prezzo: 7.450 euro. Volete l’affare della “vita”? Dacia Sandero, l’auto meno costosa 2017. Non solo è l’auto con il listino ufficiale più basso sul mercato, ma riesce a coniugare la convenienza con lo spazio a bordo, perché siamo di fronte a un’auto da 4 metri e 6 centimetri, utilitaria più che citycar e un bel bagagliaio ampio: 320 litri. Si devono fare i conti sempre con il motore non proprio modernissimo, ma anche ricorrendo alle unità più interessanti si riescono a spuntare prezzi ultracompetitivi. Se pensate che low-cost significhi auto “brutta”, con la Sandero dovrete ricredervi, perché l’ultimo restyling l’ha resa anche piacevole.

    1100

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2017Auto EconomicheAuto nuoveClassifiche auto
    PIÙ POPOLARI