Le 10 auto più belle di sempre, la classifica [FOTO]

Ci sono auto che catturano l'occhio, altre vetture invece rubano il cuore. Ma quali sono le 10 auto più belle di sempre? Scoprile qui nella nostra classifica firmata da AllaGuida.it.

da , il

    Oggi scopriamo la nostra classifica delle auto più belle di sempre. Spesso nei classici discorsi tra appassionati di auto spunta quello riguardante quale sia l’auto più bella. Di vetture da ricordare per il loro design intrigante ce ne sono tante e per tutti i gusti. Per quanto riguarda l’estetica va a seconda dei gusti quindi nessuno ha torto e nessuno ha ragione. La parte più difficile del lavoro di designer risiede proprio in questo, ossia nel riuscire a trovare delle linee che piacciano alla maggior parte del pubblico e che riescano a colpire i passanti.

    Tanti ci provano, non molti quelli che ci riescono nel difficile compito di realizzare un auto che segni la storia sotto molti punti di aspetto. Andiamo ora a vedere quali secondo noi sono le 10 auto più belle di sempre.

    Alfa Romeo Montreal

    L’auto secondo noi più bella in assoluto della Casa del Biscione e che merita di essere ricordata è l’Alfa Romeo Montreal, sportiva stradale due posti più due con motore e trazione posteriori prodotta dal 1970 al 1977.

    Esteticamente si faceva riconoscere a colpo d’occhio per il suo sguardo accigliato composto dalle palpebre che si calavano davanti ai quattro proiettori circolari quando questi erano spenti.

    Sotto il cofano posteriore batteva un V8 da 2.6 litri di cilindrata che assicurava prestazioni di tutto rispetto grazie alla potenza di 200 cavalli erogati a 6500 giri ed alla coppia di 24 kgm a 4750 giri. In particolare la velocità massima era di 224 chilometri orari mentre lo 0 a 100 veniva toccato in poco meno di 7 secondi.

    Audi TT

    La seconda generazione dell’Audi TT ha fatto il suo debutto ufficiale il 6 aprile 2006. Nello stesso anno è stata eletta come auto più bella del mondo (del 2006) dai lettori di AutoBild, celebre rivista automobilistica tedesca. In effetti esteticamente ha una linea davvero piacevole che ha segnato molto il corso di stile del Costruttore di Ingolstadt. La carrozzeria è segnata da linee morbide che partono dal frontale, dominato dalla caratteristica mascherina Single Frame, e si prolungano sulla coda che dà l’impressione di essere più larga e bassa di quanto sia in realtà.

    All’interno predomina lo stile pulito tipico delle vetture dei quattro anelli e ritroviamo le bocchette d’aerazione rotonde, viste sulla prima serie.

    Aston Martin Vanquish

    Tra le Aston Martin recenti, la più bella in assoluto è la Vanquish. Prodotta dalla Casa automobilistica d’Oltremanica dal 2001 fino al 2007, la prima generazione di questa sportiva è piaciuta fin da subito per le sui linee eleganti e tipicamente Aston Martin. Sotto il cofano trovava posto un dodici cilindri a V da 6 litri di cilindrata che erogava la bellezza di 520 cavalli a 7.000 giri ed una coppia di 577 newtonmetro a 5.800 giri al minuto.

    Grazie a questi dati, l’accelerazione da 0 a 100 avviene in 4.2 secondi mentre la velocità massima è pari a 321 chilometri orari.

    Bugatti Type 57 SC Atlantic

    Quando si parla di auto più belle di sempre non si può non tirare in ballo la Bugatti Type 57 SC Atlantic, probabilmente la più bella vettura mai realizzata dal Costruttore d’Oltralpe.

    Datata anni ’30, ha vinto recentemente un’edizione del famoso Concorso d’Eleganza di Villa d’Este ed è stata posseduta anche da Ralph Lauren.

    Questa versione si basava sulla normale Type 57 rispetto alla quale si distingueva per le linee più aerodinamiche con il tetto che chiudeva a goccia sul posteriore. Davvero particolare il pannello che divide longitudinalmente a metà la vettura per tutta la sua lunghezza.

    Ferrari 360 Spider

    Una delle vetture più belle del Cavallino Rampante è la Ferrari 360 Spider, variante scoperta della berlinetta prodotta dal 1999 ed il 2004 che verrà poi sostituita dalla F430. Questo modello ha segnato una svolta in Casa Ferrari: spariscono infatti i fari a scomparsa (per rispettare le norme europee) e fanno la loro comparsa degli eleganti fari a goccia con proiettori xeno. Una svolta anche nel design che non presenta più linee tese bensì è composto da tratti morbidi e ben raccordati tra loro. Sotto il cofano anteriore un V8 da 3.6 litri di cilindrata e 400 cavalli che scaricava la potenza sulle ruote posteriori.

    Grazie al telaio space frame in alluminio, il peso a secco è ridotto a soli 1.290 kg, le prestazioni sono quindi eccellenti: si parla di una velocità massima di oltre 295 chilometri orari e di un accelerazione da 0 a 100 in 4.5 secondi.

    Jaguar F-Type Project 7

    La Jaguar F-Type Project 7 aggiunge le linee stupende della F-Type i tratti caratteristici delle speedster con tutto il sapore delle corse che questi si portano dietro. Verrà prodotta in 250 esemplari a partire da metà del 2015 ad un prezzo che partirà da oltre 165 mila euro.

    Davvero bello il parabrezza ribassato e realizzato in fibra di carbonio, materiale ripreso su molte altre parti della carrozzeria per diminuire al massimo il peso. In fibra di carbonio anche i cerchi in lega da 20 pollici di diametro che con il loro disegno riescono a catturare lo sguardo quasi più delle possenti pinze dell’impianto frenante carboceramico.

    Sotto il cofano un V8 da 5 litri sovralimentato dalla potenza di 575 cavalli che consente un accelerazione da 0 a 100 in 3.9 secondi ed una velocità massima di circa 300 chilometri orari, il cambio è un automatico ZF ad otto rapporti.

    Nissan GT-R

    Capolavoro d’ingegneria, non si poteva non inserire nella nostra classifica la Nissan GT-R. Questa vettura giapponese sfida le leggi della fisica ogni qualvolta che mette piede in pista: grazie al possente motore biturbo V6 da 3.8 litri di cilindrata riesce a dare filo da torcere alle più blasonate supercar attualmente sul mercato. Il segreto sta nell’attenzione per i dettagli: gli ingegneri della Casa giapponese hanno curato con una precisione maniacale la progettazione del comprato assetto/telaio che, abbinato ad un efficiente trazione integrale permanente, consente una trazione eccellente anche sul bagnato: la potenza viene scaricata a terra sempre nel migliore dei modi. Con i suoi 549 cavalli a 6400 giri al minuto ed una coppia di 632 newtonmetro a 3200 giri, la GT-R raggiunge una velocità massima di 315 chilometri orari ed accelera da 0 a 100 in soli 2.8 secondi.

    Porsche 918 Spyder

    Una delle ultime nate del Costruttore di Stoccarda è la Porsche 918 Spyder che è pure la più costosa supercar del marchio tedesco attualmente a listino.

    La scocca in fibra di carbonio accoglie una propulsione ibrida composta da un motore V8 a benzina collocato in posizione centrale posteriore e da due motori elettrici posizionati in entrambi gli assi. La potenza complessiva è di 887 cavalli mentre la coppia è addirittura pari a 1275 newtonmetro. L’accelerazione da 0 a 100 avviene in 2.6 secondi mentre la velocità massima raggiungibile è pari a 345 chilometri orari. Il rapporto peso potenza di 1.9 kg/cv assicura quindi prestazioni davvero elevate ma se si riesce ad andare piano consente consumi da utilitaria, merito dell’eccellente sistema ibrido: Porsche dichiara un consumo medio di 33.3 chilometri con un litro. Esteticamente è davvero bella da vedere, sia nel frontale che nel posteriore dove fanno capolino i terminali di scarico in ceramica.

    Shelby Cobra

    Un appassionato di auto che si rispetti non può non conoscere la Shelby Cobra, celebre sportiva due posti prodotta dal 1962 al 1967 in America. Ideata da Carroll Shelby per andare a competere contro le supersportive europee, era spinta da un propulsore a stelle e strisce di derivazione Ford montato su un telaio dalla tipica concezione inglese.

    Auto da sogno per molti e must have per i facoltosi collezionisti, da guidare è davvero particolare. La concezione con la quale è stata sviluppata ruotava infatti al pensiero “meglio che il telaio si fletta in modo tale da scaricare meglio la potenza a terra“, ossia esattamente l’opposto di quello che si cerca ora.

    Le sue linee fanno emozionare chiunque e non passeranno mai di moda quindi un posto per lei è ben meritato nella nostra classifica.