Le 10 auto più economiche del 2017, la classifica

Le 10 auto più economiche del 2017, la classifica

Quattro segmenti in esame per definire le 10 auto più economiche dell'anno: il fattore prezzo è fondamentale

da in Auto 2017, Auto Economiche, Auto nuove, Classifiche auto, Consigli e Guide, Curiosità Auto
Ultimo aggiornamento:
    Le 10 auto più economiche del 2017, la classifica

    Stiliamo la classifica delle 10 auto più economiche del 2017, prendendo in esame quattro segmenti di mercato diversi. L’elemento comune a tutti è individuare le auto più convenienti, tuttavia, non va dimenticato, nell’orientare la propria scelta d’acquisto, come frequentemente esistano anche importanti promozioni delle case che abbattono i prezzi ufficiali, sulla base dei quali abbiamo individuato le auto di piccole dimensioni più economiche, le berline e i suv. Brillano modelli come Citroen C1, la gamma Dacia, la Fiat Tipo. Tante proposte tra le quali scegliere, il più delle volte si tratta di versioni base, quelle che formano il prezzo d’attacco, la cui dotazione di serie va integrata e, frequentemente, la motorizzazione è unicamente benzina. Ecco le migliori proposte dal segmento A ai crossover.

    La piccola Citroen C1 è la proposta più vantaggiosa, relativamente al prezzo di listino, del pacchetto C1-Aygo-108. Con 9.950 euro si acquista la versione base Live, con carrozzeria 3 porte e il buon motore 1.0 benzina da 68 cavalli. Consumi molto bassi, stile interessante, dotazione necessariamente da integrare, anche se le promozioni possono in parte bilanciare il surplus richiesto. Lunga 3 metri e 47 centimetri è tra le più auto più compatte in circolazione, con quattro posti a bordo. Bagagliaio sacrificato, si hanno appena 196 litri di spazio, sufficienti per riporre la spesa di tutti i giorni.

    APPROFONDISCI

    La presenza della Fiesta a listino rende necessariamente la Ford Ka+ un modello inferiore, eppure le dimensioni non sono esattamente da citycar. Con una lunghezza di 3 metrie 93 centimetri è appena 4 centimetri più corta della precedente generazione di Fiesta. Il prezzo è molto interessante, in rapporto allo spazio offerto: 9.750 euro e si ha anche un buon bagagliaio da 270 litri. Il motore 1.2 litri Ti-VCT non è l’ultimo grido in termini di sviluppo tecnologico. Esprime 71 cavalli, più che sufficienti per la tipologia d’auto.

    APPROFONDISCI

    Riesce a far meglio di qualsiasi altra citycar, quando si parla di prezzo di listino. Suzuki Celerio ha un attacco a 8.990 euro per la versione L e motore 1.0 68 cavalli. Soluzione a vocazione strettamente cittadina, in 3 metri e 60 centimetri non rinuncia a un bagagliaio di discrete dimensioni, visti i 254 litri disponibili. Il look non è esattamente un colpo al cuore da far innamorare, ma la funzionalità delle cinque porte è un vantaggio da non trascurare, visto il prezzo.

    APPROFONDISCI

    Un progetto nuovissimo, il più recente tra quelli della graduatoria delle utilitarie. Nuova Citroen C3 offre uno stile originale e nella versione d’accesso Live, con motore PureTech 68 cavalli 1.2 litri aspirato, contiene il prezzo in 12.250 euro. Lunga 4 metri tondi torni, lo spazio a bordo per 4 è garantito, insieme a un bagagliaio ampio, da ben 300 litri. Tante le alternative per arricchire la dotazione, gli allestimenti Feel e Shine sono sicuramente più ricchi, così come altre motorizzazioni assicurano vivacità senza pregiudicare i consumi.

    APPROFONDISCI

    Non è l’auto più a buon mercato tra le utilitarie, ma Toyota Yaris si posiziona bene in classifica. Con un prezzo di listino di 11.250 euro per la versione tre porte in allestimento base e motore 1.0 da 69 cavalli, la giapponese ha tanto spazio a bordo, pur con un ingombro esterno in lunghezza di soli 3 metri e 95 centimetri. Il bagagliaio da 286 litri è adeguato anche per spostamenti fuoriporta, il motore assicura consumi molto ridotti, da barattare con un brio in ripresa appena accettabile. Dotazione da integrare, quella della versione base.

    APPROFONDISCI

    Per una volta non siamo di fronte a un motore limitato, quando si tratta di guardare all’auto con il minor prezzo d’acquisto. Dacia Sandero monta un vivace turbo 3 cilindri Renault, da 900 cc e 90 cavalli nella versione d’accesso, l’allestimento Ambiance con start&stop integrato.

    Bastano 9.350 euro per mettersi al volante, prezzo civetta, perché la dotazione del veicolo va necessariamente arricchita, nonostante tutto si resta su cifre molto molto competitive e si ha una buona coppia di 140 Nm, un bagagliaio da 320 litri su una lunghezza di 4 metri e 06 centimetri.

    APPROFONDISCI

    E’ una formula interessante, quella di Skoda Rapid. Tra berlina due volumi e wagon, fosse un’Audi la chiameremmo Sportback. Ma di Skoda si tratta e, quindi, è Spaceback. Lunga 4 metri e 30 centimetri, ha un ampio bagagliaio da 415 litri. L’abitabilità per cinque è assicurata e il prezzo di attacco a 17.480 euro ne fa una delle berline compatte più competitive. Il motore 1.2 TSI 90 cavalli non è in debito di ossigeno, vista la coppia di 160 Nm e un buon 11″2 sullo zero-cento. Consumi non record, ma sostenibili. L’allestimento al miglior prezzo è quell base, Active, da integrare.

    APPROFONDISCI

    E’ stata la prima declinazione di Fiat Tipo ad arrivare sul mercato. Berlina tre volumi, si posiziona nella fascia alta delle compatte, perché ha dimensioni generose, con 4 metri e 53 centimetri di lunghezza. Ha tutto quel che serve, un super bagagliaio da 520 litri, spazio per cinque persone, sebbene sia con il motore 1.4 litri che riesce a marcare il prezzo migliore in assoluto: 15 mila euro in versione Easy. Da segnalare le frequenti promozioni. Buone le prestazioni, con 11″5 in accelerazione e 185 km/h, i consumi possono essere elevati: 7.7 litri/100 km nel ciclo urbano possono prendersi come riferimento di massima del consumo medio dell’auto.

    APPROFONDISCI

    Cosa ci fa una crossover come la Citroen C4 Cactus nella classifica delle auto più economiche? Anche se potrebbe sembrare fuori luogo, la nuova nata della Casa francese risulta una delle auto più convenienti da acquistare per tanti motivi. Innanzitutto bisogna sottolineare che gli ingegneri Citroen l’hanno progettata pensando fin da subito al contenimento dei pesi. La versione più pesante infatti pesa solamente 1070 kg, risultato niente male per una vettura più lunga di 4 metri e dall’aspetto da suv. Inoltre risulta davvero pratica in città grazie allo sterzo leggero in manovra ed alle protezioni “airbump” che proteggono dagli urti nei parcheggi. A listino motorizzazioni dai consumi ridotti e con bassi prezzi d’acquisto che partono da 15.200 euro per i benzina e 18.250 per i diesel.

    APPROFONDISCI

    Se c’è un marchio che punta quasi tutto sul fattore prezzo, quello è Dacia. Il suv Dacia Duster ha un listino complessivamente molto competitivo, il prezzo più basso di raggiunge a quota 11.900 euro, con il motore 1.6 litri benzina aspirato da 115 cavalli e trazione anteriore. Motore datato, dai consumi certamente non bassissimi, ma va tenuto conto del risparmio. L’allestimento base di Dacia è privo anche di dotazioni da ritenersi essenziali, pertanto, una soluzione interessante per Dacia Duster può essere in un allestimento come il Laureate. In 4 metri e 32 centimetri di lunghezza, Duster offre un buon bagagliaio, da oltre 470 litri e spazio per quattro persone adeguato.

    APPROFONDISCI

    1438

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2017Auto EconomicheAuto nuoveClassifiche autoConsigli e GuideCuriosità Auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI