Le auto più belle del Salone di Ginevra 2017 [FOTO]

Ce n'è veramente per tutti i gusti, ecco quelle che ci sono piaciute di più: la classifica delle auto più belle del Salone di Ginevra 2017.

da , il

    Scopriamo le auto più belle del Salone di Ginevra 2017. Ed anche nell’edizione di quest’anno non delude le aspettative e si dimostra ricco di novità interessanti in qualsiasi segmento. Dai suv, passando per le citycar e le utilitarie, alle berline di lusso ed alle supercar: ce n’è per tutti i gusti. La grande quantità di visitatori probabilmente sarà indecisa nello stabilire quale sia l’auto più bella della kermesse elvetica, noi vogliamo aiutarvi con questa classifica dove abbiamo inserito i modelli che ci sono piaciuti di più. Buona visione!

    Alpine A110

    Tra le auto più belle di questo Salone di Ginevra 2017 è doveroso inserire una vettura che ha riportato alla luce un modello storico che ha fatto sognare numerosi di appassionati negli anni 60-70.

    Stiamo parlando della Alpine A110, caratterizzata dal telaio in alluminio e da un vigoroso 1.8 turbo benzina da 252 cavalli e 320 newtonmetro. Montato in posizione centrale posteriore, è abbinato ad un cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti che consente di accelerare da 0 a 100 in 4.5 secondi e toccare una velocità massima di 250 km/h autolimitata.

    Made in Fuchs i bellissimi cerchi in lega da 18 pollici; tanto il lavoro svolto dai tecnici Renault Sport sul settaggio dell’assetto.

    Già tutti venduti i 1.995 esemplari in edizione limitata, al prezzo di 58.500 euro.

    Ferrari 812 Superfast

    Salendo di categoria troviamo la supercar più veloce di sempre del Cavallino Rampante: la Ferrari 812 Superfast! Sotto al cofano il possente V12 aspirato da 6.5 litri con ben 800 cavalli di potenza, che si traducono in uno 0-100 coperto in 2.9 secondi ed una velocità massima di 340 (trecentoquaranta) chilometri orari.

    Potenza specifica di 123 cavalli/litro, 718 newtonmetro di coppia a 3500 giri, iniezione diretta di benzina a 350 bar e potenza erogata ad 8500 giri: bastano come numeri per farvi innamorare di questa bellissima supercar?

    Gli appassionati più informati avranno notato la coda tronca, omaggio alla Ferrari 365 GTB4 del 1969.

    Infiniti Q60 Project Black S

    Infiniti stavolta ci ha stupito con una coupé sportiva ispirata alla Formula 1. La Infiniti Q60 Project Black S nasconde una power unit derivata direttamente da una monoposto. Il motore termico è un benzina V6 da 3 litri biturbo accreditato di 405 cavalli e 475 newtonmetro di coppia che scarica la potenza sulle quattro ruote.

    Molto curata l’aerodinamica con un frontale cattivissimo ed un posteriore dominato dall’enorme estrattore aerodinamico e dallo spoiler decisamente japan sulla sommità del baule. Sembra quasi opera di un tuner indipendente, però il risultato secondo noi è notevole e tutto sommato neanche troppo distante dai gusti europei (al contrario forse della Civic Type R…).

    Lamborghini Huracan Performante

    Spazio anche per l’ultima nata del Toro, autrice di un giro nel mitico circuito del Nürburgring veramente interessante. La Lamborghini Huracan Performante ha infatti percorso i 20 chilometri in 6:52.01.

    Esteticamente ha guadagnato aggressività nel frontale, ma è forse al posteriore che ci piace di più. Dietro infatti trova posto un’inedito estrattore aerodinamico con due bei terminali di scarico tondi che spuntano da sopra.

    L’elevata tenuta di strada è garantita dal sistema “Aerodinamica Lamborghini Attiva“, brevemente ALA: controllato dalla centralina elettronica “Lamborghini Piattaforma Inerziale“, varia il carico aerodinamico alla velocità di 500 millesimi di secondo per adattarlo al percorso.

    Il motore V10 da 5.2 litri è salito a 640 cavalli di potenza (30 in più di prima), mentre il peso è stato ridotto a 1.382 chili (senza liquidi).

    Mercedes AMG-GT Concept

    Le berline con andamento del tetto da coupé piacciono, ed ultimamente hanno volumi di vendite interessanti nel mercato premium. Ecco quindi che la Casa della Stella ha portato all’edizione 2017 dell’evento ginevrino la Mercedes AMG-GT Concept.

    Oltre ad aver stupito per la linea mozzafiato, la coupé quattro porte ha suscitato interesse per la meccanica composta da un V8 biturbo da 4 litri abbinato ad un motore elettrico.

    Mozzafiato pure i numeri: 816 cavalli di potenza combinata che consentono di toccare i 100 orari con partenza da fermo in meno di 3 secondi.

    Inutile dire che questa è una vettura da ammirare nella vista tre quarti posteriore dove si riesce ad apprezzare appieno anche il bel paraurti ed il disegno dei cerchi in lega.

    Range Rover Velar

    Nel segmento Suv ha attirato particolarmente l’attenzione l’ultimo arrivato del Costruttore britannico. Il Range Rover Velar si mostra con linee morbide che vanno a spalmarsi su di una massiccia carrozzeria. Veramente belli i gruppi ottici anteriori a led, disponibili anche con tecnologia Matrix.

    Dentro troviamo una plancia piena zeppa di tecnologia, dal design moderno e curato e con comandi sensibili al tocco pure per la climatizzazione.

    Una raffinatezza la troviamo nelle maniglie delle porte laterali a filo con la carrozzeria: soluzione che va a favorire anche la penetrazione aerodinamica (il cx è di soli 0.32).

    Piacerà molto agli sportivi la “Land Rover Activity Key“: questo il nome del comodo braccialetto a prova di sporco, acqua e cadute. Basta indossarlo e lasciare le chiavi in auto, quest’ultima si aprirà avvicinando il polso al portellone.