Salone di Parigi 2016

Le multispazio: un segmento sempre più ambito dagli italiani

Le multispazio: un segmento sempre più ambito dagli italiani
da in Monovolume, Multispazio, Renault Kangoo
Ultimo aggiornamento:

    La Chevrolet Tacuma, una multispazio che come tante altre, fa parte del 20% delle preferenze di auto per gli italiani

    Le multispazio si sono create un vero e proprio segmento molto richiesto e quanto mai interessante per il mercato, visto che raggiungono quasi il 20% delle preferenze degli italiani, a loro favore, gli ingombri esterni, relativamente contenuti, il grande spazio interno, accompagnato, da un piano di carico generoso e quanto mai modulabile.

    In generale, parliamo di auto sicure, per il fatto che, negli anni, i costruttori si sono dedicati con molta attenzione alla sicurezza attiva e passiva di queste auto, salvaguardando al meglio l’incolumità degli occupanti.

    Una cosa che risalta, all’esame di queste auto, sono i consumi, qui si vede l’enorme sforzo delle Case automobilistiche per ridurre, in maniera anche drastica, a volte, i consumi di queste vetture, meno attenzione, anche se ultimamente le cose stanno cambiando anche in tal senso, per l’ambiente, con la consapevolezza, almeno, che si potrebbe, sicuramente fare molto di più.
    La caratteristica saliente di queste vetture, come accennato in premessa, è la capacità di modulare lo spazio interno a seconda delle esigenze di chi le utilizza. Si pensi che, da 5 posti a sedere, passano rapidamente a 6, fino a sette posti, così come, le multispazio si prestano al meglio ad un utilizzo da diporto, ma anche da lavoro, ciò grazie alla estrema versatilità del piano di carico.

    In fatto di sicurezza passiva, tutte mostrano elevati standard, anche se la Volkswagen Touran e la Renault Scenic sono risultate quelle che meglio di altre ottengono i risultati migliori. Il comfort è elevato in tutti i modelli, è quasi impossibile, infatti, reperire un modello che non rispetti elevati livelli di confort, semmai si può discutere sull’eventuale rumorosità di alcune versioni, pensiamo, ad esempio, a Renault Kangoo, che non ottiene, come le altre, elevati doti anche in questo senso.

    Anche in fatto di sicurezza per i bambini i livelli sono elevati, tuttavia, alcuni modelli, Chevrolet Tacuma, Chrysler PT Cruiser e Nissan Almera,presentano instabilità dei sedili per l’attacco del seggiolino e attacchi non del tutto ottimali delle cinture di sicurezza, sempre in riferimento ai seggiolini; problemi questi che le Case stanno sicuramente risolvendo, anche se non risulta che, relativamente a questi modelli, i costruttori si siano dati da fare per predisporre la disattivazione dei sistemi airbag, lato passeggero, quando vi sia montato il seggiolino.

    Per quanto concerne, invece, i consumi, tutti i modelli fin’ora prodotti, sono abbastanza risparmiosi, con una media di 16/17 chilometri con 1 litro di carburante. Per quanto riguarda invece le emissioni inquinanti, come accennato in precedenza, i passi da fare sono ancora tanti, ne sanno qualcosa modelli come Fiat Doblò,Renault Kangoo che non hanno ancora raggiunti livelli ottimali riguardo le emissioni inquinanti.

    Per quanto riguarda i prezzi, questi variano di molto, si va dai 16.000 fino ai 33.000 euro per restare nell’ambito della media, dunque, prezzi mediamente più alti di modelli appartenenti ad altri segmenti, c’è da dire, comunque, che, a seconda delle esigenze, l’acquisto di una multispazio, a volte, è l’unico modo per dotarsi di un’auto comoda per famiglie numerose, senza rinunciare a nulla.

    596

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MonovolumeMultispazioRenault Kangoo Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI