Le nuove auto elettriche, veri bolidi a quattro o otto ruote

Le nuove auto elettriche, veri bolidi a quattro o otto ruote

Forse le auto a benzina hanno fatto il loro tempo, il futuro è, perlomeno

da in Auto Elettriche, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Che ne pensereste di avere un’auto che accelera come una Ferrari senza essere una Ferrari? Sarebbe sicuramente stupefacente, ma ancor di più se, anzicchè alimentarsi a benzina, fosse elettrica e, questo sogno, che pareva destinato a restare tale, chissà per quanto tempo ancora, oggi è già realtà.

    Brucianti prestazioni e l’auto elettrica è anche di moda
    Con le nuove batterie, queste auto godono di prestazioni degne della Formula Uno, addirittura, le più spinte, riescono a raggiungere, in poco più di 4 secondi, i 100 orari partendo da fermi. E che non siano più auto per tranquilli pensionati tutti casa ed uffici postali, oltre alle prestazioni, ce lo dimostra il fatto che, il celeberrimo attore Hollywoodiano, Gorge Clooney, che buon per lui, i mezzi per scegliere il meglio ce li ha, si considera soddisfattissimo del fatto di possedere una di queste auto elettriche che, non avrà le prestazioni di cui sopra, ma, non inquina, affranca dal benzinaio, non emette alcun rumore e ha tanta, ma tanta autonomia, a costi limitatissimi, anche per quanto riguarda la gestione.

    E, come accade ai prototipi convenzionali, non mancano le stravaganze anche nell’ambito delle auto elettriche; un esempio, la Elica Electric Superstar, dotata di ben otto ruote che garantiscono una tenuta di strada ineccepibile in ogni condizione e come non potrebbe essere che cos’ì e che raggiunge i 400 all’ora e accelera in 4 secondi da 0 a 100 orari. La proposta è giapponese, frutto di uno studio durato a lungo e particolarmente oculato dell’università di Keio e che, come concept, costa ancora tanto, intorno ai 215.000 euro, troppo, ma se dovesse essere trasformata in auto di tutti i giorni, eguaglierebbe il suo prezzo alle normali vetture da strada.

    Commossa la dichiarazione del professor Hiroshi Shimizu, a capo del gruppo di studio che ha progettato la vettura, “Tecnologia ad interim, ecco cos’è la mia automobile”, prima o poi il mondo dovrà rinunciare alle auto a benzina, ed è proprio per convincerlo ad accelerare la trasformazione che abbiamo progettato una macchina così. La gente pensa che i veicoli elettrici siano lenti e pesanti, un luogo comune. Per toglierlo di mezzo abbiamo pensato di realizzare un prototipo con prestazioni superiori a quelle delle colleghe a carburante”.

    E c’è da credere alle parole del professore se è vero che nessun’ auto, a benzina, riesce ad ottenere spunti tanto elevati, come quelli raggiunti da queste auto elettriche, alle quali si apre un futuro radioso, soprattutto nel rispetto massimo dell’ambiente e della convivenza fra i cittadini.

    440

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheMondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI