NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le nuove Ferrari monoposto by Barbuto Car!

Le nuove Ferrari monoposto by Barbuto Car!

L'ostinata difesa di un "copiateore" di Ferrari

da in Ferrari, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Ferrari F2002

    Altro che creatività cinese, il vero taroccatore di Ferrari è italiano, che oltre ad essere innamorato delle monoposto, è attirato da qualcosa di molto più pratico e utile della sola passione, ovvero dal “vile denaro” diremmo, la stessa molla che spesso fa commettere tanti reati.

    E, in effetti, l’abile carrozziere trapanese il reato l’ha commesso eccome e non solo uno, come gli hanno ben fatto notare i militari della Guardia di Finanza prontamente intervenuti per bloccare quello che stava diventando un vero e proprio traffico di Ferrari, modello F2002, contraffatte e vendute, o tentate di vendere con un introito,almeno iniziale, di 10.000 euro per autovettura, che, grazie a dei complici, anch’essi denunciati, venivano esposte come vere Ferrari, almeno secondo l’accusa.

    Trasecolato dagli addebiti rivoltigli dai finanzieri, l’autore della particolare opera, si giustificava asserendo di non essere un falsario, semmai un artista…. “ le monoposto sono state costruite qua dentro questa mia officina, assemblati con i pezzi da me recuperati da auto rottamate o ancora acquistati con regolari fatture ( le ruote comprate in Germania, i cerchi in lega a Catania, dalla Avon ). Tutto è documentato, ha continuato l’uomo, avevo chiesto alla Ferrari le autorizzazioni, ma non mi hanno mai risposto, però le mie auto non si chiamano Ferrari, ma Barbuto car, hanno il mio marchio non quello di Maranello”.

    Strenua difesa quella dell’autore dei falsi, anche davanti l’evidenza, ovvero, della Barbuto Car non c’è traccia nelle “Ferrari” da lui prodotte, anzi, il marchio del Cavallino campeggia trionfante ovunque ci sia posto per inserirlo, ma anche davanti a questa evenienza, il “falsario” o presunto tale, si ostina a ribattere alle contestazioni, “…. Presentano accorgimenti che non ho fatto io”, ovvero, io le ho vendute col mio marchio, qualche altro le ha modificate…”.
    Che sia stata addirittura la stessa Ferrari a produrre dei falsi di Barbuto?

    Ma dove non può la ragione ecco prendere il sopravvento l’esaltazione, lui le Ferrari le vendeva senza motore per esporle in salotto o in giardino, se qualcuno le ha scambiate per Ferrari è perché lui, l’abile tarocattore, come è stato definito, è davvero bravo…. “… tanto meglio, sarà un motivo in più per riuscire nel suo lavoro“, ammette, del resto, al suo paese dove ha l’officina, è fatto oggetto di attenzioni da parte di appassionati di auto che gli si rivolgono per avere delle modifiche alle proprie vetture… “ i giovani sono miei clienti,mi chiedono modifiche alla loro auto,lavoro bene con la vetroresina e riesco a soddisfare le richieste”.

    Alla fine un ultimo pensiero lo rivolge alla sua terra, la Sicilia,da sempre fatta oggetto di trascuratezza da parte delle Istituzioni, dove la precarietà nel mondo del lavoro è una gangrena mortale e allora come non apprezzare la sua bravura quale forma di riscatto alla precarietà, come si può immaginare che le sue monoposto possano essere distrutte anzicchè valorizzate…. “ sono davvero fatte bene, ha esclamato l’uomo, spero che qualcuno pensi ad esaltare e non a buttare via il mio lavoro”.

    Insomma, non solo un genio nel taroccare, ma anche uno strenuo assertore delle sue idee, sia pure discutibili, che gli meriterebbero ben altra fortuna che un’aula di tribunale dove far valere le proprie ragioni, per lo meno, una sorta di riconoscimento, magari, a questo punto pensiamo ad…. un posto in pianta stabile a Maranello, magari presso il centro stile della Casa, insomma, come conosce lui le Ferrari, non le conosce proprio nessuno…..

    612

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FerrariMondo auto
    PIÙ POPOLARI