Lexus al Salone di Ginevra 2016, le novità auto: la sportiva ibrida LC 500h e il concept ad idrogeno LF-FC

Lexus al Salone di Ginevra 2016, le novità auto: la sportiva ibrida LC 500h e il concept ad idrogeno LF-FC
da in Auto 2016, Auto di lusso, Auto Elettriche, Auto Ibride, Auto nuove, Concept Car, Lexus, Salone auto, Salone di Ginevra 2016
Ultimo aggiornamento: Martedì 15/03/2016 18:10

    Il salone di Ginevra 2016 ha visto l’anteprima mondiale della Lexus LC 500h. Si tratta della versione ibrida della coupé che porta lo stesso nome, presentata a gennaio al salone di Detroit, dove ha ricevuto i premi come migliore auto di produzione e come migliore design degli interni. Infatti l’aspetto avveniristico e originale di questa vettura ha certamente destato molta sensazione tra il pubblico. Da un punto di vista meccanico, la casa giapponese ha annunciato che questa vettura usa la tecnologia chiamata “Lexus Multi Stage Hybrid System“.

    Il modulo ibrido non è stato abbinato allo stesso motore della LC 500 a sola combustione, vale a dire il V8 5.0 aspirato da 467 cavalli, ma al V6 3.5 e 300 cavalli. La potenza massima dichiarata dalla coppia elettrico-benzina è di 345 cavalli, tutti scaricati sull’asse posteriore, e lo scatto 0-100 km/h è compiuto in 5 secondi.

    Lexus LC 500h 3

    La Lexus LC 500 è una coupé 2+2, derivata dal concept LF-LC del 2012. La strabordante potenza della versione a motore termico è abbinata ad un’altrettanto sofisticata trasmissione automatica a 10 rapporti che la casa indica come più leggera di quelle ad otto rapporti. La trazione è posteriore.

    Durante il salone di Ginevra la Lexus ha mostrato anche il concept LF-FC, questo in anteprima europea dopo l’esordio di ottobre a Tokyo 2015. Si tratta di un’ammiraglia, una berlina di grandi dimensioni; è lunga 5,3 metri, tuttavia è molto bassa, quasi come una coupé, con i suoi 1,41 metri. L’anima sportiva è evidente. Ma l’aspetto più importante è la tecnologia di propulsione. Usa infatti due motori elettrici applicati alle ruote anteriori ed alimentati a celle di combustibile. Significa che l’elettricità viene trasportata verso la batteria (cioè il pacco di celle) tramite idrogeno. La coppia viene trasferita in parte anche alle ruote posteriori; di conseguenza questa è una vettura a trazione integrale. E’ ottimale anche la distribuzione dei pesi: infatti le celle di combustibile sono collocate al posteriore, mentre il serbatoio di idrogeno è davanti, insieme all’unità di controllo della potenza. Da questo concept prenderanno vita tutte le berline Lexus dei prossimi anni, senza attendere troppo, sviluppi della tecnologia ad idrogeno permettendo.

    439

    ARTICOLI CORRELATI