NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

L’idrogeno, grazie a Nissan, nel 2007

L’idrogeno, grazie a Nissan, nel 2007
da in Auto 2007, Auto Ecologiche, Mondo auto, Nissan
Ultimo aggiornamento:

    Il futuro è l’idrogeno e ciò è spiegabile partendo dal presupposto che, nonostante il ricorso al bioetanolo, solo l’idrogeno potrebbe risolvere molti problemi annessi al greggio. L’Italia, ma la stessa Europa, non ha la disponibilità di grandi piantagioni di quei vegetali occorrenti al parco auto italiano, senza andare a discapito di altre colture, come avviene invece in Brasile che gode di spazi immensi.

    L’idrogeno ha dalla sua il grande vantaggio di non essere inquinante, visto che il processo di degradazione rilascerebbe soltanto acqua e null’altro e, una volta risolto il problema dello stoccaggio, nonché della messa in sicurezza degli impianti di stivaggio di questo combustibile, potrebbe essere l’unica strada percorribile nello sviluppo di carburanti alternativi.

    Percorrendo questa strada, la Nissan ha in serbo, proprio per quest’anno, la produzione e messa in opera di un’auto interamente alimentata a celle combustibili, con la particolarità che, aree di servizio permettendo, potrebbe essere messa subito in esercizio.

    L’obiettivo è ambito e prevede un investimento di ben 500 milioni di euro per mettere a punto il progetto direttamente a Yokohama e prevedrà anche la possibilità per la Casa automobilistica giapponese di costruire gli speciali accumulatori di cui si doteranno le vetture, ovvero quelle particolari batterie che convertono l’idrogeno in energia necessaria per far muovere le vetture.

    232

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2007Auto EcologicheMondo autoNissan
    PIÙ POPOLARI