NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Lincoln LS V8, il cammino dal futuro incerto

Lincoln LS V8, il cammino dal futuro incerto
da in Auto nuove, Berline, Lincoln, Salone di Detroit 2017
Ultimo aggiornamento:

    Lunga e tortuosa la strada che si appresta a percorrere la versione 2006, aggiornata, della Lincoln LS, nata nel ‘2000, riveduta e corretta nel ‘ 2004, giunge all’ appuntamento con Salone dell’auto di Detroit con ulteriori modifiche e accorgimenti, a cominciare dal prezzo, interessante, 33.000 euro per un’ auto di lusso come si addice ad un’ ammiraglia americana. +

    Purtroppo per “ lei “, il tragitto che percorre è denso di ostacoli e pericoli, come quelli rappresentati da una concorrenza spietata rappresentata da Case automobilistiche come la Jaguar, l’ AUDI con la A6, la BMW 5 Serie, dalla Mercedes e dalla Lexus. Di fronte a tali colossi, tutti dinnanzi, il futuro della Lincoln è incerto ed ogni errore può esserle fatale.Ecco, allora, la Casa americana riaggiornare, in primis, gli interni della sua ammiraglia con nuovi accorgimenti volti alla sicurezza degli occupanti. Nuovi e più aggiornati air bag, anche a tendina, laterali, modifica della trasmissione, sempre automatica ma di più moderna concezione.

    Tuttavia, la Lincoln, comincia male, commettendo ugualmente un piccolo peccato veniale, si presenta al suo pubblico con un solo modello, l’ LS sport V8 che, per forza di cose, dovrà essere impeccabile in tutto e questo non è per niente facile per un’ auto con tante pretese.

    L’ ammiraglia monta cerchi in lega da 17 pollici e una rivisitazione, stilisticamente parlando, dell’ intera calandra e dei gruppi ottici anteriori di sicuro e piacevole effetto. Migliorate le fiancate con l’ adozione di profili più morbidi e filanti, l’ auto, ovunque la si guardi, appare sempre elegante e robusta al contempo.

    Gli interni, rivisitati anch’ essi, sono piacevoli, curati e danno da subito l’ impressione, poi confermata dall’ evidenza, di un abitacolo comodo e spazioso per cinque persone, anche per i passeggeri di statura più alta. Il cuoio dei sedili riscaldabili e registrabili in innumerevoli posizioni sono di serie in questo modello. Gli inserti in legno di noce sono, invece, optional da pagarsi a parte.

    L’ unico neo riguarda il confort per il quinto passeggero seduto posteriormente al centro che dovrà sopportare la trasmissione centrale che rende un po’ più duro il sedile posteriore che nel complesso, oltretutto, è pure leggermente più alto degli anteriori. Il bagaglio è capiente, ma forse da una vettura di queste proporzioni ci si aspettava di più.
    Le dotazioni di bordo, quasi tutte offerte di serie, comunque non deludono. La Lincoln LS viene equipaggiata con climatizzatore automatico bidona, con sofisticatissimo set di filtro dell’ aria e nuovissimo impianto radio/CD. Inoltre la dotazione si completa, di serie, con navigatore satellitare di ultimissima generazione.

    Potente il propulsore, parliamo di un 8 cilindri da 3,9 litri che sviluppa 280 cavalli di potenza. L’ attuale motore, che caratterizza la serie ‘2006, ha, definitivamente, mandato in pensione il 6 cilindri della versione precedente, pur mantenendo l’ adozione del cambio a cinque velocità automatico o, a scelta, sequenziale, manuale.

    Per quanto riguarda la dotazione di sicurezza degli occupanti, nella nuova versione sono stati previsti importanti nuovi sistemi che garantiscano i passeggeri, l’ adozione di nuovi e più efficaci airbag anteriori, come anticipato, ne sono un esempio, freni non bloccabili, controllo di trazione, di stabilità e distribuzione della frenata confermano gli sforzi dei progettisti americani compiuti sulla loro ammiraglia, mentre il sistema d’ aiuto in parcheggio, costituito dalla cam posteriore, è ancora, purtroppo, in quest’ auto, un optional a pagamento.

    Sicuramente bisogna dare atto al costruttore di aver attuato sulla Lincoln LS tutte quelle procedure di aggiornamento tali da renderla sicuramente più interessante rispetto alle precedenti versioni. Ma ci si chiede a questo punto, se tali e tanti sforzi saranno sufficienti a far decollare un’ ammiraglia che, dalla sua nascita, ha sempre “ volato “ a bassissima quota.

    651

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveBerlineLincolnSalone di Detroit 2017
    PIÙ POPOLARI